Cagliari, Cragno: “Non penso al mercato ed alle big, sto troppo bene qui”

Dopo aver faticato un po’ ad emergere nella stagione di esordio in Serie A nel 2014/2015, anno della retrocessione del Cagliari, Alessio Cragno si sta ora affermando nel campionato nostrano come uno dei portieri di maggiore affidamento.

L’ex Brescia ha raccontato la sua crescita ai microfoni de La Gazzetta dello Sport:

Mi sono guadagnato tanto col lavoro. E col sacrificio. Io che non sono alto 1.90, come la maggior parte dei portieri”.

L’estremo difensore dei sardi ha poi parlato del rito dello scambio della maglietta con alcuni suoi colleghi:

“Fa sempre piacere scambiarele maglie con i campioni. Penso che in questo momento sia Szczesny il migliore. Cos’ha Donnarumma di top? La forza fisica. È alto quasi due metri. Occupa tanto spazio. Il rapporto tra noi è ottimo, ci conosciamo da anni”.

Concludendo, Cragno ha detto la sua sull’esperienza in Nazionale e sul futuro:

Cosa mi ha detto Mancini? Ancora nulla. Non ho avuto modo di parlarci. Ma la convocazione in Nazionale è stata una cosa meravigliosa che non mi aspettavo arrivasse così presto. Al mercato e alle big non ci penso proprio. E non ho nemmeno il tempo per pensarci. Sto troppo bene a Cagliari, sono legato a questa società, voglio far bene qui. Ho comprato casa in centro, un investimento”.

CONDIVIDI
Ragazzo del '99, amo il calcio, argomento di cui parlerei tutto il giorno se fosse possibile. Studio le lingue straniere, adoro la letteratura francese ed il mio sogno, dopo aver viaggiato qualche anno all'estero, sarebbe lavorare e vivere quotidianamente nel mondo del pallone.