Dopo la sosta per le nazionali, che ha visto l’Italia di Roberto Mancini trionfare in maniera schiacciante con Finlandia prima (2-0) e Liechtenstein poi (6-0), questa sera riparte la Serie A con Chievo-Cagliari.

Entrambe le squadre necessitano di punti salvezza, specie i padroni di casa, su cui l’ex Valter Birsa si è espresso positivamente nonostante la posizione in classifica. Anzi, il centrocampista mette in guardia i suoi compagni rossoblù in vista di questa sfida: “Ho sofferto molto per l’infortunio al braccio – ha detta a La Gazzetta dello Sport –. Sono uscito nel momento in cui potevo dare un contributo alla squadra e alle aspettative dei tifosi. Adesso, il periodo buio è passato. Il Chievo? Sono pronto. Ho trascorso a Verona quattro anni e mezzo. Ho trovato tante persone per bene. Ora penso al Cagliari: ho rosicato tanto a stare fuori per l’infortunio. Chievo spacciato? Follia. Valgono più degli 11 punti in classifica, hanno qualità, non mollano. Ma anche a noi mancano diversi punti. Fuori facciamo un po’ fatica, adesso dobbiamo fare punti. Non parlerei di approccio sbagliato. Abbiamo pagato le assenze e trovato avversari che stavano meglio. Come si batte il Chievo? Facendo tutto al massimo e con la testa giusta fino al 95’. Abbiamo le qualità per metterli in difficoltà. Barella? Ha trovato il primo gol con l’Italia, gioca sempre da protagonista. È pronto al salto di qualità, può giocare ovunque, pure in Champions“.

CONDIVIDI
Ho 22 anni e nella vita studio, per l'esattezza frequento la facoltà di Culture digitali e della Comunicazione alla Federico II di Napoli. Sogno di vivere un giorno grazie al giornalismo sportivo. Amo la musica e suono la chitarra da circa dieci anni. Redattore anche di IamNaples.it