Un nome che oggi ci proponiamo di celebrare è quello di Sergio Agüero. Innanzi tutto chi ha appena accennato lo studio della lingua spagnola già si rende conto di qualcosa di particolare in questo nome: la “ü” nel suo cognome non è un simbolo tipico dell’alfabeto latino e va a significare proprio che ogni singola lettera va scandita nella pronuncia e quindi non presenta la classica dittongazione delle lingue iberiche: non va tralasciato neanche un dettaglio. Esattamente come fa El Kun, soprannome che sopravvive dalla sua infanzia associato all’anime di Rin Taro “Kum Kum il cavernicolo“, non permette a nessun dettaglio di passare in secondo luogo. Corsa, dribbling, notevole forza fisica e un destro glaciale.

No alla monotonia – Questo ragazzo oggi compie la bellezza di ventinove anni, è quindi all’apice della carriera ed ha già un Palmarès e una media goal impressionante per un giocatore che nasce seconda punta: 0,54 goal a partita, vale a dire, poco più di un goal ogni due. El Kun, però non ama la sistematicità quindi ha probabilmente deciso di non segnare ogni due partite. Ha un debole per le doppiette e ha segnato un poker al Tottenham (18/10/2014) e ben cinque goal nel 6-0 contro il Newcastle (03/10/2015).

Sangue blu o quasi –  Il “piccolo” attaccante di Buenos Aires ha ricevuto non pochi elogi tra i quali quelli dell’ex suocero Diego Armando Maradona – è stato ufficialmente fidanzato con la secondogenita dell’icona del calcio argentino con la quale ha avuto il figlio Benjamin – e quelli del nostro Roberto Mancini che quando lo fece esordire nel suo City nel 2011 venne ricambiato con una doppietta. Mancini sbalordito lo definì “la fotocopia di Romario, sono lo stesso giocatore” aggiungendo poi che il Kun non era ancora al 100%.

Referenze – Questo metro e settantatré di talento puro ha condiviso il campo da gioco con nomi che rimbombano oggi nei vari campionati: Diego Forlán, classe ’79, appena svincolato dal Mumbai City e inserito da The Guardian nel 2002 nella lista dei 100 migliori giocatori in attività; Edin Džeko neoeletto capocannoniere della Serie A con 29 reti all’attivo; Carlitos Tevez; Stevan Jovetic etc. senza mai esserne adombrato, anzi arricchendosi del loro talento e illuminando anch’essi delle sue doti di rifinitore.

Ebbene, caro Kun, la redazione di Novantesimo.com ti augura un meraviglioso compleanno.

CONDIVIDI
Nasce a Roma nel 1991. Appassionato di parole, in qualsiasi forma o attraverso qualsiasi mezzo di trasmissione.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008