Si è disputata tra venerdì 3 e domenica 5 quella che è stata l’undicesima giornata del campionato di Bundesliga 2017-18, competizione che si sta regalando tanto divertimento e tante emozione e che, nelle ultime giornate, ha attraversato una mutazione in classifica di grande importanza e riguardante la squadra capolista.

Infatti, nella giornata precedente abbiamo potuto assistere al sorpasso in vetta del Bayern Monaco ai danni del Borussia Dortmund, che, in questo turno, ha affrontato proprio i bavaresi nel “Klassiker”, ovvero il match più importante e più atteso di tutti.

Analizziamo questa undicesima giornata partendo, ovviamente, dall’incontro del venerdì, che è stato Francoforte-Brema. Al termine dei 90 minuti di gioco è stato l’Eintracht ad uscirne vincitore con il risultato di 2-1, maturato con le reti di Rebic e Haller. I primi a segnare sono stati proprio i padroni di casa al 17′, poi raggiunti al 25′ dagli ospiti con il gol di Moisander per il momentaneo 1-1. La rete della vittoria è stata siglata, appunto, da Haller all’ 89′, con il francese che, allo scadere regala, i tre punti alla propria squadra per salire a quota 18.

Passiamo subito ai match del sabato e parliamo, prima di tutto, di Lipsa-Hannover e Monchengladbach-Magonza, partite finite, rispettivamente, 2-1 e 1-1. Nel primo match è stato possibile vedere i Tori Rossi andare in difficoltà contro una squadra che sta facendo molto bene in questo campionato e che, nell’ambito di questa partita, è riuscita ad andare in vantaggio per prima grazie al gol di Jonathas al 56′. Gli uomini di Hasenhuttl sono riusciti, però, a rimontare il risultato e a stanziarlo sul 2-1 a loro favore grazie ai gol di Poulsen al 70′ e del solito Werner all’ 85′. Con i tre punti conquistato contro l’Hannover, il Lipsia sale a quota 22 in classifica e supera il Dortmund, che, come vedremo, è stato sconfitto dal Bayern. L’altra partita, invece, ha visto i favoriti del ‘Gladbach giocare sottotono e subire molto dai calciatori del Magonza, andati in vantaggio al 19′ con Diallo. I Puledri sono stati costretti ad inseguire e sono riusciti, alla fine, a recuperare lo svantaggio ed ottenere un pareggio finale con il risultato di 1-1 grazie al gol di Vestergaard al 67’. Da ricordare anche una clamorosa gaffe messa a segno dal portiere degli Zerocinque Robin Zentner, che, durante una fase di possesso palla, cerca di spazzare la sfera in avanti ma la manca clamorosamente, rischiando di subire gol ma salvandosi in extremis.

Come match successivi abbiamo Friburgo-Schalke e Augusta-Leverkusen, incontri, anche questi, molto equilibrati e decisi, alla fine, dalle qualità individuali. Nel primo è stato possibile assistere ad una vittoria del team di Gelsenkirchen, uscito vittorioso dalla disputa, finita con il risultato di 1-0 a loro favore, grazie al gol di Caligiuri al 62′. I bianconeri hanno giocato in modo positivo, ma alla fine è stata determinante per l’esito finale la qualità dei giocatori di Tedesco. L’altro incontro ha visto le Aspirine bloccati sul risultato di parità dai rossoverdi, protagonisti di una buona prestazione. Tutto è accaduto nel secondo tempo e nel giro di due minuti, con il Bayer andato in vantaggio al 47′ con il gol di Volland, recuperato quasi immediatamente (al 49′) dai padroni di casa grazie alla marcature di Danso.

Come match successivi, nonché ultimi del sabato, ci sono Amburgo-Stoccarda e Dortmund-Bayern, entrambi finiti con il risultato di 3-1.

Analizzando il primo, bisogna mettere in primo piano il netto dominio dell’HSV nei confronti degli Svevi, protagonisti di una prestazione non molto positiva e battuti con due gol di scarto. I padroni di casa sono andati in vantaggio al 20′ con Hunt per poi farsi raggiungere al 55′ dagli avversari con il gol di Ginczek su rigore. La partita ha poi preso una svolta decisiva al 65′, dunque dieci minuti dopo il gol dell’1-1, con la rete di Kostic, che porta nuovamente in vantaggio (sul 2-1) l’Amburgo. I giochi sono stati poi chiusi definitivamente 4 minuti dopo, al 69′, con il gol di Arp, cosa che mette in cassaforte i tre punti e permette alla squadra allenata da Gisdol di ottenere un margine minimo di vantaggio nei confronti della terzultima squadra in classifica, ovvero il Friburgo.

Andiamo ora ad analizzare quello che è stato il match più importante di questo turno e che ha visto come squadra vincitrice il Bayern, che batte il Dortmund casa loro e allunga ulterioriormente il margine di vantaggio su gialloneri e anche sulla seconda classificata, che ora è il Lipsia. Le danze sono iniziate al 17′ con il gol di Robben, seguito da quello messo a segno circa 20 minuti dopo dal bomber Robert Lewandowski, che punisce gli avversari sfruttando le loro distrazioni ed un rendimento che non rispetta gli standard seguiti nell’ultimo periodo, soprattutto in campionato. Il tris è stato poi messo completato da Alaba al 67′, che mette fine alla disputa e condanna alla sconfitta un Dortmund che stava cercando di uscire con la testa fuori dal sacco per recuperare lo svantaggio. Il gol della bandiera per i padroni di casa viene poi segnato da Bartra all’ 88′.

Terminiamo l’analisi di questa giornata di Bundesliga e l’appuntamento con Bundes90 parlando degli ultimi due match, ovvero quelli disputati domenica, che sono Colonia-Hoffenheim e Wolfsburg-Herta. Nel primo incontro abbiamo potuto assistere a quella che è stata la nona sconfitta stagionale per i Caproni, surclassati dalla squadra di Nagelsmann. Gli ospiti hanno ottenuto i 3 punti grazie alle reti di Geiger al 9′ e di Wagner, autore di una doppietta con le marcature al 56′ (su rigore) ed all’ 80′. Nella seconda disputa, invece, l’equilibrio è stato tale che le due squadre sono riusciti ad ottenere un pareggio con un risultato di 3-3, segnando ben 6 gol complessivi. La squadra della capitale tedesca è andata in vantaggio a pochi secondi dal fischio iniziale grazie al gol di Ibisevic, che si rivela una brutta botta per i Lupi. I padroni di casa cercano di recuperare subito lo svantaggio ma sprecano molte occasioni, arrivando a sbagliare anche un rigore al 21′ con Mario Gomez. Lo svantaggio viene però recuperato e poi ribaltato grazie alle reti di Malli e dello stesso Gomez tra il 41′ ed il 44′. L’Herta riesce a riportarsi sul risultato di parità grazie al gol di Rekik al 53′, al quale risponde Origi circa sette minuti dopo per il gol del 3-2. Il gol del 3-3, che sarà poi il risultato finale, arriva all’ 83′ ed è firmato da Selke, che costringe le due compagini a dividersi la posta in palio accontentandosi di un solo punto ciascuno.

Di seguito sono riportati tutti i risultati in esteso e la classifica aggiornata:

RISULTATI:
Francoforte-Brema: 2-1
Lipsia-Hannover: 2-1
Monchengladbach-Magonza: 1-1
Friburgo-Schalke: 0-1
Augusta-Leverkusen: 1-1
Amburgo-Stoccarda: 3-1
Dortmund-Bayern: 1-3
Colonia-Hoffenheim: 0-3
Wolfsburg-Herta: 3-3

CLASSIFICA: 
Bayern 26
Lipsia 22
Dortmund 20
Schalke 20
Hoffenheim 19
Hannover 18
Francoforte 18
Monchengladbach 18
Leverkusen 16
Augusta 16
Herta 14
Stoccarda 13
Magonza 12
Wolfsburg 11
Amburgo 10
Friburgo 8
Brema 5
Colonia 2

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008