#Bundes90 2017/18 – 32° giornata: rallenta la corsa al secondo posto, passo falso per Dortmund, Leverkusen e Schalke. Colonia matematicamente retrocesso in 2. Bundesliga

Benvenuti a tutti i lettori di Novantesimo.com in questo nuovo appuntamento con la rubrica settimanale Bundes90, che si occupa di fornire un’analisi di ciò che è accaduto nei match della più recente giornata del campionato di Bundesliga 2017-18, che in questo caso è la 32esima.

In questo turno di campionato è stato possibile assistere, oltre all’ennesima vittoria del già campione Bayern Monaco, ai trionfi dell’Hoffenheim sull’Hannover, dell’Amburgo sul Wolfsburg, del Friburgo sul Colonia (che condanna matematicamente i Caproni alla retrocessione in 2. Bundesliga) e delle sorprendenti vittorie di Magonza e Stoccarda contro, rispettivamente, Lipsia e Leverkusen, che smentiscono tutti i pronostici fatti alla vigilia. Per il resto, ci sono stati molti pareggi, più del solito, che non hanno apportato grandi cambiamenti alla classifica generale.

Iniziamo ad analizzare i match di questo turno di campionato e lo facciamo dal posticipo del venerdì, che, questa settimana, ha visto contrapporsi Hoffenheim e Hannover.
I padroni di casa sono riusciti ad ottenere una vittoria prevedibile, ma non senza qualche difficoltà. Infatti, dopo esser andati in vantaggio al 16′ con Kramaric, i padroni di casa si sono fatti raggiungere dagli ospiti con il gol al 24′ di Karaman, che ha mutato l’andamento della gara a favore dei rossoverdi. Gli uomini di Nagelsmann, però, sono stati bravi a tornare in campo in occasione del secondo tempo con un’attitudine completamente diversa e sono riusciti a ristabilire il dominio grazie ad altri due gol di Kramaric, uno al 50′ ed uno all’ 86′, il quale mette a segno una tripletta e guida i suoi alla vittoria.

Passiamo subito agli incontri del sabato e iniziamo a trattarli parlando di Wolfsburg-Amburgo e Schalke-Monchengladbach, terminati con i risultati di 1-3 e 1-1.
Nella prima partita abbiamo potuto assistere ad un Amburgo molto determinato e capace di mettere in seria difficoltà il Wolfsburg, che ha poi mollato la presa al termine dei primi 45 minuti. Infatti, al 43′, l’attaccante dell’HSV Bobby Wood è riuscito a trasformare correttamente un rigore fischiato dall’arbitro ed è stato poi seguito dalla marcatura di Holtby. I Lupi hanno provato timidamente a reagire e, tra le poche occasioni avute, sono riusciti a sfruttarne una per trovare il gol dell’1-2 con Brekalo al 78′. Ciò, però, non ha ostacolato gli ospiti, che sono comunque riusciti ad ottenere i tre punti concludendo la partita con il gol al 93′ da Waldschmidt, realizzato sulla ribattuta di un rigore fallito da Kostic.
La seconda partita, invece, è stata giocata su ritmi più intensi e con molta più aggressività, ma lo spettacolo ha risentito dell’espulsione al 12′ di Bentaleb per doppio giallo (uno per un intervento irregolare ed un altro subito dopo per proteste), che ha influenzato pesantemente la partita. Infatti, lo Schalke, costretto a giocare con un uomo in meno, si è concentrato molto di più sulla fase difensiva, chiudendosi per respingere gli attacchi dei Puledri. Questi ultimi, però, sono riusciti lo stesso a segnare al 32′ con Raffael, assistito da uno Stindl che uscirà poco dopo. Il team di Gelsenkirchen è riuscito poi a recuperare il gol nei minuti di recupero del primo tempo grazie al rigore trasformato da Caligiuri, il quale sarà decisivo e determinerà il risultato finale. Infatti, dopo il penalty segnato dall’italo-tedesco, non ci sono stati più gol, con le due squadre che hanno continuato a giocare a ritmi alti senza però ottenere nulla.

Continuiamo parlando di Herta-Augusta e Friburgo Colonia, altri due dei 6 match del sabato.
La prima disputa ha visto le due squadre arrivare alla fine dei 90 minuti di gioco sul risultato di 2-2, parità che costringe i 22 uomini in campo a dividersi la posta in palio. Dopo un inizio di partita alquanto scialbo, l’Augusta è riuscito ad attivarsi e si è portato in vantaggio al 32′ con Gregoritsch, che è stato poi seguito dal gol dello 0-2 di Cordova segnato al 61′. Dopo uno stravolgimento della formazione, i padroni di casa sono riusciti a trovare il ritmo giusto ed hanno agguantato il pari grazie al rigore segnato da Ibisevic all’ 84′ ed al gol su azione di Selke all’ 87′. Al 90′ c’è stata poi l’espulsione di Heller, che ha penalizzato l’Augusta ed ha spento ogni speranza di segnare nei minuti finali per accaparrarsi i tre punti della vittoria.
La seconda partita è stata tanto interessante quanto la prima ed ha visto il Friburgo ottenere una vittoria al cardiopalma grazie ad un gol al 92′ di Holer. Le danze, però, si sono aperte con il gol di Petersen, che ha portato in vantaggio i bianconeri al 14′. I padroni di casa sono apparsi in forma e lo hanno dimostrato anche con il rigore guadagnato al 23′, poi sbagliato da Gunter, e con il secondo gol di Petersen, che al 52′ porta i suoi sul 2-0. I Caproni hanno poi iniziato ad aumentare l’intensità di gioco ed hanno messo in campo tutto ciò che avevano in modo tale da evitare una sconfitta che li avrebbe condannati matematicamente alla retrocessione. Inizialmente, gli ospiti ci riescono grazie alle due reti di Bittencourt all’ 82′ ed all’ 87′, ma tutte le speranze di ottenere un pareggio ed altra linfa vitale svaniscono con il già citato gol di Holer al 92′, che fa esplodere di gioia i tifosi di casa e condanna il Colonia alla Serie B tedesca.

Passiamo agli ultimi due match del sabato, ovvero Bayern-Francoforte e Leverkusen-Stoccarda, dei quali abbiamo già anticipato il risultato finale.
Nel primo incontro, i bavaresi sono riusciti ad ottenere la 26esima vittoria in campionato nonostante l’ampio turnover, che ha permesso ai più giovani di scendere in campo e di avere la possibilità di mostrate tutte le loro abilità. L’occasione non è stata sprecata ed, infatti, il primo gol del match è stato segnato dal 20enne Dorsch, che al 43′ porta i suoi in vantaggio. Il gol del giovane talento tedesco è stato poi seguito da quello del centravanti Wagner al 76′, che fa 2-0, e da quello di Haller al 78′, che permette all’Eintracht di accorciare le distanze. Questo distacco di un solo gol, però, dura poco, visto che 10 minuti più tardi arriva il gol del 3-1 di Rafinha, seguito da quello del 4-1 di Sule che, al 90′, cala il sipario sull’Allianz Arena.
Nel secondo incontro, invece, è stato possibile assistere ad una prestazione deludente del Leverkusen, che, a differenza di quanto è stato possibile vedere nei match precedenti, si è rivelato poco cinico ed incapace di sfruttare le occasioni offensive create contro uno Stoccarda autore di una prestazione ordinaria. Le Aspirine, infatti, hanno prima fallito il rigore assegnato al 16′ con Alario e poi si sono resi protagonisti di errori e leggerezze in fase offensiva che non hanno permesso di segnare il gol del vantaggio. Questo è stato invece realizzato dagli Svevi, portatisi sullo 0-1 al 67′ con Gentner, e non è stato recuperato dalla squadra allenata da Herrlich, non in grado, ancora una volta, di concretizzare tutte le occasioni create.

Concludiamo questo appuntamento con Bundes90, come di consueto, parlando degli ultimi due incontri rimanenti, ovvero quelli della domenica, che in questo caso sono Magonza-Lispia e Brema-Dortmund, terminati con risultati inaspettati.
Nel primo match, i Tori Rossi hanno incassato una sconfitta tanto dura quanto inaspettata, arrivata contro un avversario che sulla carta è nettamente inferiore ma che sul campo si è dimostrato molto più in palla. Il primo dei tre gol segnati dagli Zerocinque arriva al 29′ ed è firmato da De Blasis, che, con un rigore trasformato correttamente, porta i suoi in vantaggio. Il gol dell’attaccante è stato poi seguito da quello di Maxim all’ 85′ e da quello di Baku al 90′. A peggiorare ancora di più la situazione è l’espulsione di Nabi Keità al 95′, il quale non potrà dunque essere presente in occasione del prossimo match, da giocare contro il Wolfsburg.
Anche il secondo match, così come il primo, ha generato stupore nell’animo di tutti visto il risultato finale di 1-1, che in pochi si sarebbero aspettati.
Infatti, i gialloneri, dopo il gol del vantaggio di Reus al 19′, sono andati in difficoltà contro il Werder, che, nonostante un minor possesso palla, è comunque riuscito a creare molte occasioni da gol. Tra le tante, c’è ne stata una che, al 45′, ha permesso a Delaney di andare in rete e di ripristinare la parità con lo score di 1-1, che sarà poi quello finale. Al di fuori dei due gol, non ci sono stai episodi degni di nota, cosa che ha influenzato l’andamento del match e si è rispecchiata nel risultato al termine dei 90 minuti di gioco.

Di seguito sono riportati tutti i risultati in esteso e la classifica aggiornata:

RISULTATI:
Hoffenheim-Hannover: 3-1
Wolfsburg-Amburgo: 1-3
Schalke-Monchengladbach: 1-1
Herta-Augusta: 2-2
Friburgo-Colonia: 3-2
Bayern-Francoforte: 4-1
Leverkusen-Stoccarda: 0-1
Magonza-Lipsia: 3-0
Brema-Dortmund: 1-1

CLASSIFICA:
Bayern 81
Schalke 57
Dortmund 55
Hoffenheim 52
Leverkusen 51
Lipsia 47
Francoforte 46
Stoccarda 45
Monchengladbach 44
Herta 43
Augusta 41
Brema 38
Hannover 36
Magonza 33
Friburgo 33
Wolfsburg 30
Amburgo 28
Colonia 22

A cura di: Giuseppe Carrera

Guarda Anche...

CONDIVIDI