#Bundes90 2017/18 – 26° giornata:

Bentornati a tutti i lettori di Novantesimo.com in un nuovo appuntamento con Bundes90, rubrica che si occupa di riportare ed analizzare quanto accaduto nella più recente giornata del campionato di Bundesliga 2017/18, che, in questo caso, è la 26esima, disputata tra venerdì 9 e lunedì 12 marzo.

In questo turno, con la particolare organizzazione dei match che prevede un posticipo di lunedì, abbiamo avuto la possibilità di assistere ad un Bayern Monaco in forma smagliante ed in grado di surclassare l’Amburgo, battuto con ben 6 reti a 0. Oltre alla dominante prestazione dei bavaresi, abbiamo assistito anche al bellissimo match disputato da Dortmund e Francoforte, con un finale al cardiopalma, alle vittorie di Schalke, Hoffenheim e Leverkusen e all’ennesimo pareggio del Lipsia, che termina l’incontro con lo Stoccarda sullo 0-0 e scene ancora di più in classifica.

Iniziamo a parlare di questa giornata di campionato analizzando l’anticipo del venerdì sera, che, questa volta, è stato giocato tra Magonza e Schalke ed è terminato con il risultato, come da pronostico, di 0-1.
In realtà, però, il team di Gelsenkirchen ha fatto molta più fatica del previsto per trovare il gol della vittoria, visto che si è trovato dinanzi a degli avversari agguerriti e pronti a lottare per strappare una vittoria, che però non è arrivata. Infatti, la vittoria è andata agli ospiti grazie al gol, da loro segnato, al 55′ con Caligiuri, che è stato poi protetto con una buona fase difensiva che ha respinto tutte le offensive degli Zerocinque, costretti a tornare a casa con le tasche vuote.

Passiamo ora alle partite del sabato e parliamo di Hoffenheim-Wolfsburg e Herta-Friburgo, terminati con i risultati di 3-0 e 0-0.
Nella prima partita abbiamo potuto assistere ad una vittoria meritata dei padroni di casa, che, pur registrando un possesso palla minore, hanno comunque concluso di più in porta e sono stati sicuramente più pericolosi e produttivi degli avversari. I gol sono stati firmati da Schulz al 18′ e da Gnabry al 77′, accompagnati dall’autogol di Guilavogui all’ 80′. Vittoria importante per gli uomini di Nagelsmann, che si avvicinano alle prime 5 posizioni della classifica e che, con questa vittoria, mettono in una brutta posizione di classifica i Lupi.
La seconda partita, invece, è stata molto meno movimentata ed ha visto le due squadre disputare una prestazione scialba, che si è poi rispecchiata nel risultato finale. Nell’incontro in questione, dove è stato registrato una leggera superiorità dei padroni di casa sul possesso palla e sui tiri in porta, non ci sono state azioni degne di nota e le poche che sono state create non sono state sfruttate a dovere dalle due squadre.

Continuiamo con le partite di questo sabato sportivo in Germania parlando di Hannover-Augusta e di Bayern-Amburgo, dispute interessanti e che hanno permesso agli spettatori di divertirsi.
Il primo incontro ha visto l’Augusta, nonostante l’inferiorità nel possesso palla, trionfare su un Hannover che ha dettato i ritmi della partita tenendo di più il pallino del gioco, senza però ottenere i tre punti finali. Gli ospiti si sono portati in vantaggio al 26′ con Gregoritsch, ma si sono fatti recuperare circa 10 minuti dopo da Sane, autore del gol che riporta il risultato in una parità temporanea. Lo stato di vantaggio dei rossoverdi è stato poi ristabilito nei minuti di recupero del primo tempo grazie al gol di Kacar ed è stato poi ampliato ulteriormente con il secondo gol giornaliero di Gregoritsch, a segno all’ 83′.
Il secondo incontro, come anticipato precedentemente, è stato invece monopolizzato dai padroni di casa, che avrebbero potuto terminare i 90 minuti di gioco anche sul 7-0, senza però riuscirci. Le danze si sono aperte al 4′ con il gol di Ribery, seguito a ruota dalle due marcature al 12′ ed al 19′ di Lewandowski. Tornati in campo per il secondo tempo, gli uomini di Heynckes hanno ampliato il gap con il gol di Robben al 55′ e con il secondo gol di Ribery, messo a segno all’ 81′. 4 minuti dopo, il direttore di gara ha assegnato un rigore al Bayern, che è stato però fallito da Lewandowski con un tiro finito in curva. Il bomber polacco si è poi rifatto al 90′ con un altro rigore, che questa volta, però, non è stato sbagliato.

Terminiamo con i match del sabato parlando di Leverkusen-Monchengladbach, disputato alle 18.30 del medesimo giorno e terminato con il risultato di 2-0.
Le Aspirine hanno ottenuto i tre punti, meritatamente, al termine di una partita difficile da gestire contro una squadra che, come sappiamo, è dotata di ottimi giocatori ma che sta attraversando un periodo non proprio positivo. Le reti dei padroni di casa sono arrivate al 39′ con Alario ed al 93′ con Brandt, su assist del “man of the match”, ovvero lo stesso Alario. Vittoria importante, questa, per il Bayer, che si proietta verso l’apice della classifica e rimane in corsa per la conquista del secondo posto in classifica.

Passiamo ora alle partite della domenica, che, in questo turno, sono state 2, ovvero Stoccarda-Lipsia e Dortmund-Francoforte, entrambe dispute molto interessanti sulle quali i tifosi ed i seguaci del calcio tedesco in generale riponevano molte aspettative.
La prima ha deluso queste aspettative, rivelandosi statica e priva di episodi da evidenziare. Entrambe le squadre sono state protagoniste di una prestazione scialba, che ha poi portato al risultato finale di 0-0 che è possibile vedere sul tabellino. Continua, dunque, il momento no dei Tori Rossi, che avrebbero dovuto vincere questa partita per avvicinarsi alle altre concorrenti.
La seconda ha invece soddisfatto in pieno la voglia di intrattenimento dei tifosi ed è forse andata anche oltre, regalando un finale che ha causato le palpitazioni a tutte le persone presenti allo stadio e anche a chi guardava il match da casa. La partita è iniziata subito con l’autogol di Russ al 12′ minuto, il quale ha regalato il vantaggio ai gialloneri. L’Eintracht è poi riuscito a recuperare lo svantaggio iniziale con il gol di Jovic al 75′, ma il Borussia è stato bravo a pressare gli avversari e a portarsi nuovamente in vantaggio, dopo solo 2 minuti dal pareggio, con Batshuayi. Con grande grinta e con la voglia di vincere, gli ospiti hanno riagguantato il pareggio con la rete di Blum, subentrato a Salcedo e autore del gol del 2-2 al 91′. Tutte le speranze del Francoforte sono però sparite quando gli uomini di Stoger, usando la forza del gruppo e sfruttando le ottime individualità presenti in squadra, si sono portati per la terza volta in vantaggio con il secondo gol di Batshuayi, arrivato a pochi secondi dal fischio finale dell’arbitro e che ha regalato una vittoria fondamentale ai gialloneri, ora terzi a 45 punti.

Concludiamo questo appuntamento con Bundes90 analizzando il posticipo del lunedì sera, ovvero Brema-Colonia, terminato con il risultato di 3-1.
Il Werder è riuscito a trionfare contro i Caproni, ultimi in classifica ma comunque in lotta per la salvezza, disputando una buona prestazione, sia in fase offensiva che in quella difensiva. Infatti, i padroni di casa si sono portati in vantaggio al 33′ con il gol di Veljkovic, proteggendolo poi con la creazione di un muro difensivo abbastanza solido, che è stato però abbattuto al 53′ con il gol di Osako, valevole per l’1-1. I padroni di casa hanno però continuato a giocare prevalentemente in un assetto più difensivo, prestando però più attenzione ai potenziali contropiedi. Sfruttando proprio questi ultimi, il Brema è riuscito a colpire il Colonia nei momenti in cui era sbilanciato in attacco e scoperto in difesa, andando a segno con Rashica al 58′ e con Eggestein al 90′.

Di seguito sono riportati tutti i risultati in esteso e la classifica aggiornata:

RISULTATI:
Magonza-Schalke: 0-1
Hoffenheim-Wolfsburg: 3-0
Herta-Friburgo: 0-0
Hannover-Augusta: 1-3
Bayern-Amburgo: 6-0
Leverkusen-Monchengladbach: 2-0
Stoccarda-Lipsia: 0-0
Dortmund-Francoforte: 3-2
Brema-Colonia: 3-1

CLASSIFICA:
Bayern 66
Schalke 46
Dortmund 45
Leverkusen 44
Francoforte 42
Lipsia 40
Hoffenheim 38
Augusta 35
Monchengladbach 35
Stoccarda 34
Herta 32
Hannover 32
Brema 30
Friburgo 30
Wolfsburg 25
Magonza 25
Amburgo 18
Colonia 17

A cura di: Giuseppe Carrera

CONDIVIDI