Cristian Brocchi, ex giocatore di Milan e Lazio e attuale vice allenatore di Fabio Capello allo Jiangsu Suning, ha rilasciato un’intervista a TMW Radio. Queste le sue dichiarazioni:

Il giocatore più forte con cui hai mai giocato?

“Ronaldo. Ti faceva vedere la differenza tra un giocatore normale e un fenomeno. Alcune cose per lui erano naturali, mentre altri neanche ci pensavano a farle”.

Come si vive il calcio in Cina?

“E’ un calcio in crescita. Negli ultimi anni stanno facendo emergere la loro voglia di avvicinarsi all’Europa, ma c’è molto percorso da fare. E’ un’esperienza formativa per me, è importante stare sempre a contatto con un allenatore importante come Fabio Capello. E’ bello poter insegnare cose che qui non hanno ancora mai fatto. L’obiettivo? Vorrei tornare in Serie A. Ho iniziato nelle giovanili, ora qui sto chiudendo il mio percorso di formazione. E’ la giusta chiusura del cerchio per avere abbastanza esperienza per intraprendere una mia carriera”.

La griglia della Serie A?

“Mi aspetto un campionato bello. Finalmente Inter e Milan possono recitare un ruolo importante. Ora vedo ancora Juventus e Napoli davanti a tutti, perchè hanno già uno zoccolu duro consolidato, i giocatori si conoscono meglio e riescono a trasferire in campo le idee dei due allenatori”.

Ti ha stupito questa Lazio? Di solito fatica nei secondi anni…

“Sono molto legato alla Lazio. Ha ottimi giocatori e un bravissimo allenatore: può dare fastidio alle altre. Sono contento che un allenatore giovane come Inzaghi stia dimostrando di essere in grado. E’ la dimostrazione che quando c’è una società seria alle spalle che crede in te e una squadra composta da calciatori importanti si può fare bene. Faccio il tifo per Simone e spero che rompa il tabù del secondo anno”.

Chi ha più possibilità di andare avanti in Champions?

“Tutte e tre le nostre. La Roma ha un girone un po’ più difficile, ma ogni partita ha una storia a sè. Credo che tutte le nostre possano passare il turno. L’Europa League? Negli ultimi anni ha assunto valore e anche le italiane la prendono più sul serio. Sarà bellissimo vedere come l’Atalanta possa affrontare una competizione europea, spero possa confermare quanto di buono fatto nel nostro campionato”.

CONDIVIDI
Di Catania, appassionato di calcio a livello internazionale ma interessato a tutti gli sport, passione per il giornalismo sportivo.