#BolognaVerona 2-0 – Una punizione di Verdi e un gol di Nagy riportano i felsinei alla vittoria. Pagelle e tabellino

verdi

Si è da poco concluso sul risultato di 2-0 il match tra Bologna e Verona, valevole per la 32esima giornata del campionato di Serie A. I felsinei tornano al successo dopo cinque partite grazie ai gol di Verdi e Nagy e salgono a quota 38 punti in classifica. La squadra di Pecchia, invece, non riesce a dare continuità alla vittoria sul Cagliari e rimane in penultima posizione.

LA CRONACA DEL MATCH

PRIMO TEMPO – Fin dalle prime battute appare chiaro lo spartito del match. Il Bologna fa la partita, mentre gli ospiti provano a ripartire, senza però riuscirci efficacemente. La prima vera occasione capita sui piedi di Dzemaili, che al minuto 14 va al tiro da fuori di prima intenzione: Nicolas è attento e respinge la botta violenta dello svizzero. I padroni di casa continuano a fare la partita. La gara cambia al minuto 31, quando Verdi viene messo giù al limite dell’area da Fares. Proprio il numero 9 si incarica della battuta del calcio di punizione e disegna una traiettoria imprendibile per il portiere avversario. E’ 1-0. Timida la reazione degli ospiti, che si affidano ad un’evanescente iniziativa di Alessio Cerci. Il Bologna continua a spingere e va vicinissimo al raddoppio in ben due occasioni sul finire della frazione. Al 42′ Palacio, intercettato un passaggio di Vukovic, colpisce il palo. Al 45′, invece, è Pulgar a provarci dalla distanza: Nicolas è molto bravo nel distendersi e respingere lateralmente il pallone.

SECONDO TEMPO – I ritmi all’inizio della seconda frazione sono più bassi. L’Hellas prova ad alzare il baricentro e a creare occasioni pericolose. Da registrare un tentativo di Romulo, che imbeccato da Aarons manda però alto non di poco. Nei minuti successivi le due squadre non costruiscono palle gol. Al 68′ occasione per Palacio, che da buona posizione non riesce a trovare la porta con un tentativo di testa. Il Verona non riesce a costruire, il Bologna amministra con relativa tranquillità. Al minuto 81 grande occasione per il raddoppio: Dzemaili arriva alla conclusione a botta sicura, ma Nicolas è ancora una volta superlativo a salvare i suoi. All’87’ palla gol per gli ospiti: Lee raccoglie e va al tiro dalla distanza; Mirante respinge. Al 91′ la palla del pareggio capita sui piedi di Fares, che calcia da fuori ma non trova la porta di poco. All’ultimo minuto il Bologna trova il raddoppio che chiude il match: Nicolas respinge un tiro di Destro, ma sulla respinta Nagy ribadisce in rete. Dopo quattro minuti di recupero l’arbitro Abisso fischia la fine: Bologna-Verona 2-0.

TABELLINO E PAGELLE

Bologna (4-3-3): Mirante 6; Mbaye 6, De Maio 6, Helander 6, Masina 6,5; Poli 6,5 (76′ Nagy 6,5), Pulgar 6 (58′ Crisetig 5,5), Dzemaili 6,5; Verdi 7, Destro 5,5, Palacio 6,5 (84′ Di Francesco sv). All.: Donadoni.

Hellas Verona (4-3-3): Nicolas 6,5; Ferrari 5,5, Caracciolo 5,5, Vukovic 5,5, Felicioli 6; Romulo 6 (68′ Lee 6), Fossati 5 (80′ Matos sv), Valoti 6; Aarons 5, Cerci 5 (60′ Petkovic 5,5), Fares 5,5. All.: Pecchia.

Marcatori: 31′ Verdi (B), 90+4′ Nagy (B).

Ammoniti: 17′ Caracciolo (V), 20′ Pulgar (B), 63′ Crisetig (B), 83′ Palacio (B).

Espulsi: –

Arbitro: Abisso sez. Palermo.

Top 90ESIMO – Verdi: il numero 9 rossoblu si conferma ancora una volta uno dei migliori ambidestri del campionato. Basta una sua punizione per riportare la squadra di Donadoni alla vittoria. La qualità non manca, l’agonismo neppure.

Flop 90ESIMO – Cerci: l’attaccante ex Atletico Madrid risulta evanescente. Si sbatte e cerca di trascinare i compagni, ma sbaglia praticamente tutto. Se la squadra di Pecchia vuole salvarsi ha bisogno anche dei suoi colpi.