#BolognaAtalanta, Inzaghi: “Miglior partita della stagione, siamo stati alla loro altezza. Santander? Non è una scoperta”

inzaghi
Filippo Inzaghi

Intercettato dai microfoni di Sky Sport nel postpartita del match disputato, e perso in rimonta per 2-1, contro l’Atalanta, il tecnico del Bologna Filippo Inzaghi ha commentato la prestazione dei suoi uomini. 

L’allenatore felsineo ha affermato che la squadra, nonostante la sconfitta, ha giocato la miglior partita della stagione, rivelandosi all’altezza della Dea che, però, è stata brava a ribaltare l’iniziale situazione di handicap. 

Successivamente, l’ex attaccante di Milan e Juventus ha parlato anche della difesa a tre usata oggi, dei giovani e del buon momento di forma di Federico Santander, dicendo che per lui non è una sorpresa. 

Ecco le parole di Inzaghi:

 “Oggi abbiamo fatto la miglior partita della stagione, ma c’è rammarico perché siamo stati all’altezza dell’Atalanta. Nel primo tempo dovevamo essere in vantaggio di due reti e anche a inizio ripresa abbiamo sfiorato il raddoppio. Ci va un po’ male ma dobbiamo ripartire da qua perché abbiamo tenuto testa ad una squadra che lotterà per la qualificazione in Europa League. Bisogna ripartire da questa prestazione. Abbiamo contenuto bene i loro giocatori. Abbiamo fatto un grande primo tempo, subendo pochissimo: ricordo solo due tiri loro ma dobbiamo ripartire da qui e dalla gara contro il Sassuolo. Ora dobbiamo cercare di vincere perché lo meritiamo. Difesa a tre? Non abbiamo mai sofferto con i tre difensori. Una partita così va vinta, neanche pareggiata”.

“Santander, per me, non è una scoperta, sta facendo molto bene. Oggi avrebbe meritato il gol. Ci siamo andati vicino con Palacio e Dzemaili ma a me resta la prestazione. Aver giocato alla pari con una squadra così forte vuol dire che possiamo fare cose buone”.

“Spazio ai giovani? Io non guardo l’età, osservo come si allenano. Giocatori come Svanberg, Orsoni e Calabresi meritano di avere spazio”.

CONDIVIDI