Brutta sconfitta in casa Bologna: la squadra emiliana è stata sconfitta in casa dalla Roma con un netto 0-3, alimentando maggiormente le critiche da parte dei propri tifosi. I giocatori, in particolare Verdi e successivamente Di Francesco, hanno dimostrato per diversi tratti della partita di voler ottenere un risultato positivo dinanzi ai propri tifosi, senza ottenere nessun risultato positivo.

Al termine del match il primo a parlare in mix-zone per i rossoblu è Daniele Gastaldello: “Oggi abbiamo pagato i nostri errori. Abbiamo avuto due occasioni nitidissime all’inizio del secondo tempo per riaprire la partita ma non ci siamo riusciti. Se l’avessimo fatto, sono convinto che avremmo visto un’altra partita. Certo di fronte avevamo una top squadra, capace di farci male non appena commettevamo degli errori. Ci dispiace, soprattutto per il risultato. Non per l’approccio, che oggi secondo me è stato quello giusto. Probabilmente dopo il primo gol ci siamo rivelati un pò fragili, ma siamo riusciti comunque a rientrare bene nella ripresa. Sapevamo di dover fare la partita perfetta senza sbagliare niente, ma al primo tiro in porta abbiamo subito”. Gastaldello parla, poi, di Destro, ancora alla ricerca del gol perduto: “Se Mattia si è arrabbiato vuol dire che ci tiene. Oggi si è impegnato per la squadra ma spetta anche a noi metterlo in condizioni tali da poter segnare. Destro è un problema che create voi, per noi non lo è. E’ un giocatore che si butta gù magari se non riesce a incidere. Io gli dico sempre di tirarsi su e continuare a crederci. Non siamo una squadra di fenomeni, quindi dobbiamo dare sempre il 100%, Mattia come noi. Se un giocatore del Bologna pensa a questo punto che il campionato è finito sono il primo a incazzarmi e non poco. Non l’abbiamo mai fatto, posso assicurarlo”

CONDIVIDI
Classe 1994, studia Scienze Politiche e Relazioni Internazionali. Sabino di nascita e napoletano di adozione, coltivo la passione per il calcio e per la scrittura tanto da analizzare tutto ciò che ruota intorno a tale sport. Obiettivi futuri? Descrivere un calcio che unisce e da speranza a tutte le persone, senza differenze tra colori e categorie.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008