Alla vigilia del match tra Genoa e Bologna, valevole per la settima giornata del campionato di Serie A, il tecnico dei felsinei Roberto Donadoni è intervenuto in conferenza stampa sulla gara di domani e sul momento attuale della propria squadra.

Queste le parole dell’ex Parma, riportate da Corrieredellosport.it: “La consapevolezza di poter far bene c’è sempre, anche quando non fai risultato. Credo che anche il Genoa che non ha fatto risultato abbia questo tipo di consapevolezza. E’ chiaro che le prestazioni e le vittorie danno morale e fiducia ma ogni storia fa partita a sé: noi dovremo saper riproporre gli stessi concetti e le stesse motivazioni. La squadra deve saper tenere l’attenzione alta fino alla fine, sia se vinci sia se subisci. Se riesci a portare la partita in pari alla fine, può sempre capitare l’episodio a favore: se molli e subisci gol rischi di non poter più recuperare. Dobbiamo avere sempre questo tipo di atteggiamento, questo tipo di concetti che di volta in volta devono essere rafforzati. E non accontentarsi mai: se pensiamo che due risultati possono aver deciso le sorti del campionato sbagliamo due volte. La crescita nei secondi tempi? Dobbiamo migliorare ed incidere di più anche nei primi tempi. Poi la ripresa, se c’è più birra, può essere un’arma in più”.

Concludendo, il tecnico è entrato nel merito sulla squadra avversaria: “Il Genoa è una squadra difficile da affrontare, come abbiamo visto anche nell’ultima partita di campionato: un episodio ha deciso le sorti. Troveremo un avversario oltremodo motivato. La rifinitura a Genova? Solo per questioni logistiche”.