L’allenatore del Bologna Roberto Donadoni è intervenuto nel corso della consueta conferenza stampa alla vigilia della sfida tra i felsinei e la Juventus, in programma domani sera allo Stadio Dall’Ara: “La gara di domani non inciderà sul giudizio della nostra stagione. Per noi sarà importante far bene davanti i nostri tifosi nell’ultima giornata, ma questa partita – importante per il blasone dell’avversario – non cambierà l’iter del campionato. Audero? Giusto premiare anche il terzo portiere. Sappiamo com’è la Juve, chiunque sarà un movimento a scendere in campo. Nessuno meglio di Allegri conosce la sua squadra, ha giocatori di spessore”. 

Il tecnico rossoblù ha proseguito parlando della probabile formazione e del possibile esordio di qualche giovane: “Se ritengo che un giocatore giovane dimostri di meritarsi la chance, ovviamente gliela offro. Esistono dei meriti da rispettare. Helander ha la febbre, per Di Francesco stagione finita. Maietta tornerà l’anno prossimo, Petkovic è uno dei candidati per la maglia da titolare. Affrontiamo una squadra che tra una settimana giocherà la finale di Champions League”.

Il trainer dei felsinei ha concluso parlando del futuro, con un occhio al mercato e a Cerci: “Ognuno di noi che resta in questa società deve avere una forte convinzione, cercheremo di fare meglio ed alzare l’asticella per la prossima. Vedo margini di crescita, credo si possa progredire. Cerci? Quest’anno non ha fatto un campionato straordinario, ma in questo caso di solito c’è voglia di riscatto”.

CONDIVIDI
Classe '97, studente di Economia. Amante del calcio e delle sue sfaccettature a tutto tondo.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008