Complicata situazione, a livello giudiziario in casa del Bologna. Il club rossoblù, tramite l’amministratore delegato Fenucci ha infatti sporto una denuncia, in estate, contro Giorgio Rosa, ex collaboratore dell’Innova, agenzia che lavora alla raccolta pubblicitaria ddl club felsineo.

Rosa è stato accusato di aver più volte sollevato ombre sulle operazioni) a sua detta non trasparenti) sulle rendicontazioni delle sponsorizzazioni dal Bologna e ora figura tra gli indagati del pm Roberto Ceroni. La Finanza, intanto, ha sentito persone informate sulla questione, come il consigliere d’amministrazione Bergamini e il direttore commerciale Winterling.

Secondo quanto denunciato dai rossoblù, inoltre, Rosa non ricevendo un credito richiesto a Innova, avrebbe chiesto tale somma (oltre 23mila euro) direttamente al Bologna. Rosa dal canto suo, ha ribadito la proprio innocenza: “Non so di essere indagato, ma se mi convocano ci andrò senza avvocato: non ho nulla da nascondere. Per il club sarà un boomerang. Porterò tutti i documenti che ho. Io non ho titolo di chiedere al Bologna il pagamento, non sono un dipendente di quella società ma di Innova. Ma allora, chiediamoci perché Innova non ha mai chiesto al Bologna il pagamento di quei 23mila euro? Perché il Bologna non se l’è presa con Innova?”. Riporta Io Resto del Carlino.

 

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008