Bologna, confronto su futuro Donadoni

donadoni
Roberto Donadoni

(ANSA) – BOLOGNA 17 MAG – A Casteldebole, centro tecnico del Bologna Calcio, si lavora a porte chiuse per ritrovare la tranquillità dopo giornate calde. Domenica, in seguito alla sconfitta con il Chievo, era scoppiata la contestazione, con l’allenatore Roberto Donadoni nel mirino. Tanto che martedì un tifoso si era presentato al campo durante l’allenamento per chiedere conto al tecnico di un presunto gestaccio del tecnico. Ieri è stata la volta del confronto tra una ventina di ultras con tecnico e squadra alla presenza del club manager Marco Di Vaio e per stemperare la tensione il Bologna ha iniziato gli allenamenti a porte chiuse in vista della gara con l’Udinese. Dopo l’ultima giornata, è previsto il ritorno in città del patron Joey Saputo e ci sarà il faccia a faccia tra tecnico e società per decidere se ripartire anche nella prossima stagione con Donadoni, sotto contratto fino al 30 giugno 2019.

CONDIVIDI
Ho 21 anni e nella vita studio, per l'esattezza frequento la facoltà di Culture digitali e della Comunicazione alla Federico II di Napoli. Sogno di vivere un giorno grazie al giornalismo sportivo. Amo la musica e suono la chitarra da circa dieci anni. Redattore anche di IamNaples.it