Bologna apre scuola calcio per disabili

Stadio bologna Dall’Ara

(ANSA) – BOLOGNA 11 aprile – Dare un calcio alla disabilità e abbattere le barriere. Contribuire a far sì che tutti possano giocare a pallone ed educare i giovani calciatori del settore giovanile all’inclusione: con questo spirito il Bologna ha presentato il progetto ‘BFC senza barriere’.

Il club rossoblù ha annunciato ‘l’adozione’ della scuola calcio Edu In-Forma(zione) nata a Castel San Pietro Terme con l’obiettivo di far praticare sport a bambini, bambine, ragazzi e ragazze con disabilità e disagi sociali. Non sarà una semplice collaborazione, ma un progetto di inclusione.

Lo hanno reso noto il club manager del Bologna Marco Di Vaio, il responsabile della scuola calcio Daniele Corazza e Giovanni Grassi, presidente della scuola Edu In-Forma(zione): “Il progetto è nato due anni fa, il Bologna vuole essere un riferimento anche per le famiglie di ragazzi in difficoltà, ci saranno allenamenti integrati e una stretta collaborazione anche tra i tecnici delle due realtà. In futuro ci saranno anche incontri con la prima squadra.

Guarda Anche...

CONDIVIDI
Campano di nascita e siciliano d'adozione, classe 93' e passato da terzino destro. Ho successivamente capito che rendo meglio da giornalista che come calciatore.