Bilancio Inter: ci si può aspettare un grande mercato?

Una società di calcio si basa, come una qualsiasi azienda, sui costi e ricavi. La situazione economica e finanziaria dei club europei viene tenuta sott’occhio dalla Uefa che impone, in caso di problemi finanziari, rigide norme da rispettare, il tanto menzionato Fair Play Finanziario.

Il prossimo mercato dell’Inter

Di nomi in casa Inter se ne fanno tanti: Tonali, Vidal, Cavani, Aubameyang, Emerson Palmieri o Alonso, Kumbulla. Tutta gente appetibile su un ipotetico tavolo delle trattative. Ma che mercato sarà quello nerazzurro? Ricordiamo che l’Inter è uscita dal Settlement agreement lo scorso mese di maggio e, se da un lato non è più soggetta a controlli particolari, dall’altro è anche vero che una società appena uscita dalla cura non può permettersi di ribaltare di nuovo i conti, anche post emergenza economica da Covid. E la politica della famiglia Zhang sembrerebbe andare in questo senso. I ricavi sono aumentati grazie ad una politica attenta volta alla ricerca di nuove sponsorizzazioni e di ricavi riconducibili a diverse azioni di merchandising.

Quindi, che mercato aspettarsi? Il tifoso interista, spera di non veder spezzate le ambizioni del grande mercato. Conoscendo Conte non potrebbero esserci pochi grandi colpi, ma più che altro più giocatori funzionali al progetto di Antonio Conte. Il grande duo possibile in entrata lo identifico in Tonali, che stando alle indiscrezioni vuole l’Inter per cui la quadra si dovrebbe e potrebbe trovare, ed il colpo potrebbe essereCavani in caso di accordo sull’ingaggio. Anche se forse Giroud appare un’ipotesi più realistica.

Vero i riscatti di Icardi e Perisic, + 58 mln di plusvalenza il primo, e quello del croato per una cifra intorno, credo, ai 15 mln rispetto ai 20 pattuiti, aiutano le casse nerazzurre, ma la politica spendi e spandi forse più vicino ai tempi di Moratti che ragionava molte volte da innamorato pazzo, penso proprio si siano conclusi. Nei riscatti non ho citato appositamente Naingolaan, perché in questo momento, lo vedo più sotto la voce “acquisto/rientro alla base” che “entrata denaro”. Anche per quanto detto da Ausilio. Mi sbaglierò ma ho la sensazione che il Ninja potesse essere l’alter-ego perfetto di quel Vidal che Conte sta rincorrendo per mari e monti e nell’eventualità un centrocampo con Naingolaan, Barella, Sensi, Eriksen, Brozovic, Tonali e uno tra Vecino e Gagliardini sarebbe molto interessante. Anche se questi ultimi due potrebbero essere in uscita.

Ecco cosa credo sia lecito aspettarsi dalla coppia Marotta e Ausilio: un mercato mirato e intelligente fatto di pochi “grandi” colpi, massimo 2 e, invece più colpi alla Skriniar per intenderci. In quest’ottica leggerei l’acquisto di Kumbulla ma il prezzo dev’essere ragionevole, anche se su di lui pare si stia scatenando un’asta. Staremo a vedere.

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008