Biglia-Gomez, parla Aguero: “La ginocchiata del Papu? Io l’avrei aspettato negli spogliatoi”

Sergio Aguero

Ha fatto molto discutere, soprattutto in Argentina, la ginocchiata di Alejandro Gomez alla schiena, precedentemente infortunata, di Lucas Biglia, verificatasi durante il match dell’ultimo turno di campionato disputato tra Atalanta e Milan.

Infatti, in patria, il centrocampista rossonero è considerato un grande calciatore, nonché colonna portante della Nazionale Argentina guidata dal CT Jorge Sampaoli, che, se la ginocchiata fosse stata arrecata con più violenza, avrebbe rischiato di perdere il Principito in vista degli ormai imminenti Mondiali.

Di tutto ciò ha parlato anche Sergio Aguero, attaccante di proprietà del Manchester City ed anch’egli uno dei pilastri della Seleccion assieme ai vari Messi, Di Maria, Mascherano ed Otamendi.

L’ex Atletico Madrid è stato intervistato da TycSports ed ha rilasciato delle dichiarazioni molto calde, affermando che è normale arrabbiarsi dopo un intervento del genere e che, se Il Papu avesse colpito lui invece di Biglia, l’avrebbe aspettato negli spogliatoi.

Successivamente, il 29enne ha poi parlato della sua condizione fisica in vista del Mondiale ed ha riservato qualche parola anche al compagno di reparto Gonzalo Higuain.

Ecco le parole di Aguero:
“È normale che Biglia sia arrabbiato, se Gomez avesse colpito me, l’avrei aspettato nel tunnel. Ognuno ha il suo carattere, io mi scaldo facilmente. Sampaoli non mi ha mai assicurato che sarei stato il centravanti titolare al Mondiale, ma solo che avrebbe contato su di me. Higuain deve stare tranquillo, lo sosteniamo tutti. Dal 2013 soffro di dolori al ginocchio, ma ora mi sento come nuovo, sarà il mio miglior Mondiale”.

Guarda Anche...

CONDIVIDI