Bentornato Kalinic! Rotto il digiuno di 126 giorni, ora serve riscattare una stagione deludente

Kalinic

Bentornato Nikola”, avranno pensato i tifosi milanisti ieri sera dopo il gol di Kalinic. L’attaccante croato ha segnato il gol del pareggio contro il Sassuolo ma soprattutto ha spezzato un digiuno lungo 126 giorni: l’ex Fiorentina non segnava dal 3 dicembre, quando il Milan ha pareggiato sul campo del Benevento.

126 giorni senza segnare sono tanti, troppi viste le aspettative di inizio stagione. Kalinic è arrivato l’ultima estate dopo due buone stagioni alla Fiorentina ed era lecito aspettarsi di più, sia dentro che fuori dal campo.

Kalinic, oltre ad aver perso per lungo tempo il vizio del gol, è stato infatti ripreso da Gattuso prima della sfida contro il Chievo ed escluso dalla partita. La motivazione è il poco impegno dimostrato in allenamento e l’allenatore ha deciso di non convocarlo. Ora Kalinic, seppur non abbia il posto da titolare, è tornato a segnare e il suo gol è di fondamentale importanza perché ha evitato la sconfitta con il Sassuolo. Certo, il rapporto con i tifosi deve ancora ricucirsi del tutto, ma intanto il gol di ieri può essere un punto di partenza per questo finale di stagione, dove il croato dovrà impegnarsi e riscattare mesi in cui non è riuscito quasi mai a lasciare il segno.

Guarda Anche...

CONDIVIDI
15/10/99 Redattore di Novantesimo