Non sarà certo un girone semplice quello dei campioni in carica del Real Madrid che proveranno certamente a vincere la Champions League per il terzo anno di fila. I Galacticos affronteranno nel gruppo H il Borussia Dortmund, che nella stagione 2012/2013 sotto la guida di Klopp eliminò gli spagnoli in semifinale, e il Tottenham di Pochettino che vorrà sicuramente dire la propria in questa edizione del torneo.

Real Madrid dunque favoritissimo per il primo posto del girone con Tottenham e Borussia che lotteranno per il secondo posto. Ma ci sarà anche l’APOEL di Nicosia ad insidiare le 3 “grandi”. I ciprioti avranno (forse) un ruolo di comparsa in questo girone, ma faranno di tutto per mettere in difficoltà le big. Analizziamo adesso le squadre che parteciperanno a questo girone.

REAL MADRID

Ovviamente non potevamo non partire dai Galacticos. Sotto la guida di Zidane, il Real sarà senza dubbio una delle squadre da battere. La stella indiscussa è Cristiano Ronaldo. L’attaccante portoghese farà di tutto per portare i madrileni a Kiev, in Ucraina, dove si giocherà la finale di questa competizione. Insieme a lui avranno un ruolo principale anche Modric, Benzema, Ramos e Asensio, protagonista della finale dello scorso anno e protagonista di questa prima parte di stagione dei blancos.

Gli spagnoli giocheranno quasi sicuramente con il 4-3-2-1 di matrice offensiva. La società durante la sessione di mercato estiva non ha acquistato nessun grande giocatore. Le Merengues hanno infatti pensato più al futuro che al presente portando a casa giovani dal futuro assicurato e lasciando partire alcuni giocatori che non facevano più parte del progetto. I nuovi giocatori arrivati al Bernabeu sono Dani Ceballos dal Betis e Theo Hernandez, arrivato dai cugini dell’Atletico Madrid. Il Real ha inoltre riportato a casa l’attaccante Borja Mayoral che farà il vice Benzema, il centrocampista Marcos Llorente e il difensore Jesus Vallejo. In uscita gli spagnoli hanno salutato Alvaro Morata, mai al centro del progetto, che è stato ceduto al Chelsea, Danilo direzione Manchester City, James Rodriguez che è stato ceduto al Bayern Monaco e Pepe e Coentrao “persi” entrambi a parametro 0. Ecco di seguito la formazione tipo dei madrileni:

Real Madrid (4-3-2-1): Navas; Carvajal, Varane, Ramos, Marcelo; Modric, Casemiro, Kroos; Asensio, Ronaldo; Benzema. All. Zidane.

BORUSSIA DORTMUND

Passiamo adesso al Borussia Dortmund di Peter Bosz. Il tecnico olandese giocherà un calcio sicuramente offensivo e spregiudicato. Punterà tutto su Pierre-Emerick Aubameyang e Marco Reus, i giocatori più in evidenza del club, ma attenzione anche al giovanissimo Christian Pulisic che tanto bene sta facendo in questa prima parte di stagione e che non sta facendo rimpiangere Dembelè. Il club tedesco potrà inoltre contare sul nuovo acquisto Yarmolenko, che arriva dalla Dinamo Kiev con cui ha sempre fatto molto bene.

Il Borussia ha svolto un ruolo attivo nell’ultima sessione di mercato. Il club tedesco ha dovuto “sacrificare” il talentuoso Dembelè che è stato ceduto al Barcellona per una cifra record di 105 milioni. In entrata il club ha pensato sia al presente che al futuro. Come detto in precedenza, per sostituire l’attaccante francese ceduto ai blaugrana, la società ha acquistato l’ucraino Yarmolenko. Per il centrocampo la squadra di Dortmund ha preso per 20 milioni di euro, l’ex giocatore del Friburgo, Maximilian Philipp e il giovane Jadon Sancho che è arrivato per 7 milioni di euro dal Manchester City. In difesa, infine, il Borussia si è rinforzata grazie agli acquisti del giovane Toljan dall’Hoffenheim per 5 milioni e con l’acquisto di Toprak dal Bayer Leverkusen per circa 12 milioni di euro. In uscita, oltre Dembelè, la società ha ceduto i difensori Ginter e Bender, l’esterno turco Emre Mor, che era stato seguito da diversi club italiani ma che è stato venduto al Celta Vigo, l’attaccante Ramos, ceduto in Cina, il terzino Stenzel e il mediano Merino. Ecco di seguito la formazione tipo del Borussia Dortmund:

Borussia Dortmund (4-3-3): Burki; Piszczek, Sokratis, Bartra, Schmelzer; Castro, Weigl, Gotze; Pulisic, Aubameyang, Reus. All. Bosz.

TOTTENHAM

Tocca adesso al Tottenham di Pochettino. Il tecnico argentino fa esprimere alla propria squadra un bellissimo gioco e darà sicuramente del filo da torcere al Real e al Borussia. Nella rosa spiccano i nomi di Harry Kane e Dele Alli, i due giocatori sicuramente più importanti del club londinese che sicuramente non si accontenterà di un terzo posto. Durante la sessione estiva di mercato, gli Spurs hanno portato a termine acquisti molto importanti, come quello di Aurier dal PSG, di Sanchez dall’Ajax e di Llorente dallo Swansea, che daranno sicuramente una mano per il raggiungimento degli obiettivi.

Mauricio Pochettino giocherà probabilmente con un 4-2-3-1 che può trasformarsi talvolta in un 4-3-3. Con l’argentino il Tottenham è tornato ad essere una big del calcio inglese. La squadra gioca un calcio spregiudicato e votato all’attacco. Con questo metodo di gioco i tifosi degli Spurs hanno ricominciato a vedere un bel calcio, ammirato da diversi grandi allenatori. Pochettino dovrà però cancellare la delusione dell’anno scorso in Champions League. I londinesi infatti, nonostante un girone piuttosto agevole, non sono riusciti a raggiungere gli ottavi di finale e sono “retrocessi” in Europa League, dove, anche lì, non hanno fatto una bella figura, dato che sono stati eliminati ai Sedicesimi dai modesti belgi del Gent. Ecco di seguito la formazione tipo del club inglese:

Tottenham (4-2-3-1): Lloris; Aurier, Vertonghen, Sanchez, Rose; Dier, Dembelè; Eriksen, Alli, Son; Kane. All. Pochettino

APOEL

Per concludere questa analisi del girone H, arriviamo all’APOEL di Nicosia. I ciprioti allenati da George Donis, come detto in precedenza, svolgeranno il ruolo di comparsa. Il club però, per raggiungere la fase a gironi, ha eliminato club importanti come lo Slavia Praga e vorrà perciò sorprendere tutti. Il giocatore più importante del club è, senza dubbio, l’esperto attaccante ex Borussia M’gladbach, Igor De Camargo.

I ciprioti si sono rinforzati parecchio durante la sessione di mercato estiva. La società ha infatti acquistato per il tecnico Donis, circa 15 giocatori. Su tutti l’Apoel ha portato a termine gli acquisti di due conoscenze della Serie A italiana. Si tratta del difensore del Torino Carlao, trasferitosi in Cipro in prestito, e del centrocampista offensivo ex Palermo, Roland Sallai, che l’Apoel ha acquistato dal Puskas Akademia per una cifra di circa 2 milioni di euro. Ecco di seguito la formazione tipo della squadra cipriota:

Apoel (4-4-2): Waterman; Milanov, Rueda, Carlao, Lago; Efrem, Vinicius, Morais, Aloneftis; De Camargo, Ebecilio. All. George Donis.
APRI un CONTO con bet365 e RICEVI IL SUPERBONUS per i nuovi giocatori del 100%.

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008