Benevento, Sagna: “Serve maggiore cattiveria, il problema è di testa”

Nonostante delle gare sempre combattute, che quasi mai sono finite con molti gol al passivo, il Benevento non riesce ad ottenere punti da ben 8 gare, dalla vittoria del 6 gennaio sulla Sampdoria.

Bacary Sagna, esperto terzino dei campani, ha parlato della situazione in casa giallorossa ai microfoni di Sky:

“Bisogna credere che siamo forti e che possiamo vincere perché quando abbiamo affrontato l’Inter, la Fiorentina e anche il Cagliari, la differenza non si è vista e da parte nostra non è mancata la volontà di fare bene. Serve maggiore cattiveria. Il problema è in testa, anche perché non è facile perdere sempre e conquistare i tre punti ogni tanto sarebbe importante. Il mio arrivo a Benevento? A me piace giocare a calcio. Quando sono andato a Napoli per parlare con il presidente non avrei mai pensato di giocare con la maglia giallorossa, ma ho capito subito che lui è una persona speciale e non ho esitato ad accettare. Sono molto contento di giocare in Italia. Mi piace tutto di questo paese”.

Guarda Anche...

CONDIVIDI
Ragazzo del '99, amo il calcio, argomento di cui parlerei tutto il giorno se fosse possibile. Studio le lingue straniere, adoro la letteratura francese ed il mio sogno, dopo aver viaggiato qualche anno all'estero, sarebbe lavorare e vivere quotidianamente nel mondo del pallone.