Con notevole sorpresa in questo ultimo scorcio di stagione si sta affermando con prepotenza un nuovo centravanti nel nostro campionato: si tratta di Cheick Diabaté, imponente attaccante del Benevento, autore di 7 reti in altrettante gare.

Il calciatore del club campano, arrivato in prestito dall’Osmanlispor, ha rilasciato la seguente intervista ai microfoni de La Gazzetta dello Sport: “Io di reti ne ho sempre segnate molte, specie in Francia con il Bordeaux. Sinceramente non sono stupito anche se capisco che può sembrare strano per chi non mi conosceva e in virtù del fatto che gioco in una squadra che è ultima in classifica”.

Diabaté continua: “Diciamo che io faccio due cose che amo: giocare a calcio e fare gol. Sono curioso di sfidare Bonucci. Per ora, comunque, sta andando tutto bene anche perché il gioco di De Zerbi sta esaltando le mie caratteristiche. Mi chiamano “Cheick no limits” e io non intendo appunto pormi limiti.

Chiosa finale sul match contro la Juve: “Piacevoli le mie reti, in effetti non capita tutti i giorni di fare una doppietta alla Juventus e in genere a riuscirci sono soltanto grandi calciatori. Tuttavia quel giorno non siamo riusciti a fare punti e io sono venuto qui per provare a salvare il Benevento. E’ dura ma non mi arrendo. Futuro? Non lo so, però mi piacerebbe restare in Italia”. A riportare è Gianlucadimarzio.com.

CONDIVIDI
Classe 1998, studio Lettere Moderne. Da sempre dipendente dal calcio e dall'Inter.