Roberto De Zerbi, allenatore del Benevento, si è presentato così in data odierna in sala stampa nella consueta conferenza della vigilia in vista della proibitiva trasferta che i campani dovranno sostenere contro la Lazio di Simone Inzaghi.

Ecco di seguito le dichiarazioni del tecnico delle streghe, il quale ha iniziato facendo la conta degli indisponibili:Del Pinto è un acciaccato ma ce la farà. Memushaj ha un problema alla caviglia già da tempo ed è aumentato. Viola ha un problema al nervo sciatico e Diabaté ha subito una botta al fianco. Iemmello è rientrato e potrebbe partire dall’inizio.

Lombardi-Cataldi? Spero che stiano vivendo l’attesa in maniera normale. Se dovessero avere un atteggiamento diverso deve essere solo ancora più positivo. Non dico vendicativo, ma ambizioso. Da Cataldi mi aspettavo di più, soprattutto da qui in avanti perché è un calciatore di talento ed è una dote che deve essere abbinata a maggiore convinzione. Sono cose che gli dico da tempo in privato. Per me è da Nazionale. Dovrà essere bravo lui e chi lo allenerà in futuro”. 

De Zerbi continua con altri dubbi di formazione: “Se Sandro giocherà con la Lazio, non potrà scendere in campo con il Verona. Brignola viene dalle tre partite in Nazionale e non può giocarne altre tre in un tempo così ravvicinato. Bisogna gestire bene la situazione in base alla partita.

Rientrerà D’Alessandro che potrà scendere in campo in corso d’opera. Siamo nel numero giusto per poter fare la partita e per cercare di vincere a Roma. Dico questo perché quando siamo andati in casa delle big abbiamo offerto sempre ottime prestazioni. Una cosa è certa: non andremo a farci la passeggiata pre pasquale”. A riportare è Calciomercato.com.

CONDIVIDI
Classe 1998, studio Lettere Moderne. Da sempre dipendente dal calcio e dall'Inter.