Fabio Grosso, allenatore del Bari, ha presentato così in conferenza stampa la sfida Bari-Pescara, posticipo e big match della quattordicesima giornata di Serie B: “Sono contento di affrontare un allenatore esperto, bravo. E’ un onore affrontare un tecnico del genere che nella sua carriera ha avuto tanta coerenza portando avanti le sue idee.

Il Pescara ha delle grandi qualità, sappiamo sarà che una partita difficilissima. Noi segnamo più di loro? I numeri non li tiro mai fuori dal contesto. Siamo stati bravi a fare tanti gol, ne abbiamo subito qualcuno in più, ma se andiamo ad analizzare ne avremmo potuti subire meno, alcuni sono stati determinati da episodi sfavorevoli. Sappiamo che la solidità di una squadra è importante. L’obiettivo nostro è continuare a fare risultati, dunque abbiamo grandi margini di miglioramento.

Abbiamo diverse defezioni: Marrone, D’Elia, Basha, MorleoCapradossi non saranno della partita. Più un altro paio di ragazzi incerti: Cassani, che si è fermato ieri, e Ciccio (Brienza, ndr) che ha avuto un problema l’altro ieri, oggi stava meglio, mi auguro di averlo. Gyomber è arrivato questa mattina, quindi sarà a disposizione. Busellato dopo aver saltato l’allenamento di ieri per una colica, era oggi in campo.

Credo nella forza del gruppo. In questo momento di grande difficoltà dobbiamo avere la forza di fare la partita di cuore. Chi ha partecipato meno può essere protagonista di questa gara. Sabelli è rientrato, ha fatto l’amichevole di giovedì. Domani sarà a disposizione, ovviamente non ha un grandissimo minutaggio.

Cissè e Floro Flores insieme per far riposare Improta? Non si tratta di far riposare nessuno. Quelli che sono a disposizione possono giocare. Non ho ruoli definiti. Mi piace far ricoprire in allenamento ruoli diversi ai calciatori. Nel momento in cui lo riterrò opportuno potremo diventare molto più offensivi di adesso.

Anderson ha grandi qualità, le ha dimostrate in parte. Mi auguro possa dimostrare sempre di più. E’ un ragazzo giovane che si sta ambientando in un campionato diverso, con grande disponibilità, sono stato contento di avergli dato l’opportunità domenica. Credo ne avrà molte altre”. A riportare è TuttoBari.com.

CONDIVIDI
Classe 1998, studio Lettere Moderne. Da sempre dipendente dal calcio e dall'Inter.