Barcellona, Jordi Alba: “La Roma è complicata da affrontare, non la sottovalutiamo”

Dopo aver eliminato il Chelsea di Antonio Conte, il prossimo ostacolo del Barcellona sulla via della finale è la Roma, attualmente terza in campionato.

Jordi Alba, terzino dei blaugrana, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida con i giallorossi, come riportato da Tuttomercatoweb:

“Sappiamo di avere una grande rosa, ma è chiaro che la Roma è un club complicato da affrontare. Ha vinto il suo gruppo di Champions, superando Chelsea e Atletico. Ha qualità, non possiamo sottovalutarla”.

Sulle sensazioni del Barcellona: “Siamo sulla strada giusta: in vetta alla Liga, in finale di Copa del Rey e ai quarti di finale di Champions. Vediamo come andrà la gara d’andata contro la Roma, ma noi siamo molto fiduciosi. Davanti siamo davvero forti, ma anche dietro abbiamo trovato grande compattezza”.

Sul ritorno di Busquets: “E’ molto importante. Si tratta di un giocatore fondamentale per noi. Busquets è il numero uno col pallone tra i piedi e anche fisicamente”.

Sul recente infortunio di Messi: “Siamo molto meglio con Messi. La sua presenza in campo non solo dà fiducia a noi, ma preoccupa anche i nostri avversari”.

Su Umtiti. “E’ cresciuto molto da quando è arrivato. E’ un giocatore top, concentrato al massimo sul Barcellona. Le voci sul contratto non lo riguardano”.

Su Under: “E’ un buon giocatore. Per la Roma è una brutta notizia il fatto che domani non possa giocare, meglio così invece per il Barcellona”.

Sul possibile triplete: “Manca ancora tanto. Siamo molto fiduciosi, ma ancora manca tanto alla fine della stagione. Dobbiamo continuare così”.

Sui pronostici favorevoli con la Roma: “Rispettiamo molto la Roma. Troveremo una squadra compatta e proveremo a fare il nostro gioco. Stiamo vivendo una buona stagione e domani sarà importante non prendere gol, oltre a segnare. Il 6-1 del passato non si ripeterà, i giallorossi sono cresciuti tanto in questi anni”.

Sull’amichevole vinta dalla Spagna contro l’Argentina e le critiche a Messi: “Quel risultato può ingannare, l’Argentina aveva tante assenze, tra le quali quella di Messi. Se ci affronteremo al Mondiale, sarà sicuramente diverso. Con Leo non ho parlato di questa amichevole, lui è il migliore al mondo e per me è bellissimo giocare insieme nel Barcellona. Sono contento di questo”.

CONDIVIDI
Ragazzo del '99, amo il calcio, argomento di cui parlerei tutto il giorno se fosse possibile. Studio le lingue straniere, adoro la letteratura francese ed il mio sogno, dopo aver viaggiato qualche anno all'estero, sarebbe lavorare e vivere quotidianamente nel mondo del pallone.