Il trasferimento di Neymar al Paris Saint Germain sembra destinato a far discutere ancora a lungo: oltre ad aver polverizzato il record di acquisto più caro della storia del calcio, l’affare è nell’occhio del ciclone per le modalità di pagamento della clausola messe in atto dai parigini, che hanno scatenato le reazioni sia della Federazione Spagnola, che sembra non voler accettare il versamento dei francesi, sia del Barcellona stesso, intenzionato a denunciare il PSG per aver raggirato le norme del Fair Play Finanziario.

Il presidente blaugrana Josep Bartomeu ha infatti annunciato azioni legali nei confronti dei parigini nel corso dell’assemblea mondiale dei tifosi catalani:

“Neymar ha voluto andare via, ma le forme non sono state corrette: lo abbiamo segnalato all’Uefa. Il Barcellona è un club con 118 anni di storia, con grandi giocatori e oltre 140 mila soci. E’ un club che appartiene a noi, non a un emiro o a un oligarca. Era lui che voleva andare via e i modi non sono stati dei migliori. Un giocatore del Barcellona non si comporta così. Se fosse rimasto avremmo mantenuto un giocatore eccezionale e avremmo avuto la garanzia che avrebbe firmato. Vogliamo dei giocatori competitivi ma per noi sono importanti i valori. Siamo contro l’inflazione artificiale del calcio e chiediamo di mantenere il modello tradizionale in favore di chi non può spendere. Tutti mi chiedono cosa farò di quei 222 milioni. Li gestiremo con calma e responsabilità. Quei soldi saranno spesi per portare altri giocatori e per migliorare il nostro patrimonio”.

 

CONDIVIDI
Ragazzo del '99, amo il calcio, argomento di cui parlerei tutto il giorno se fosse possibile. Diplomato al Liceo Linguistico, attualmente studio Economia e Management ed il mio sogno, dopo aver viaggiato qualche anno all'estero, sarebbe lavorare e vivere quotidianamente nel mondo del pallone.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008