L’avvocato Mattia Grassani, specializzato in diritto sportivo, ha parlato ai microfoni di Radio Blu della diatriba legale tra la Fiorentina e il neo calciatore egiziano del Liverpool, ex Roma e per l’appunto Viola, Mohamed Salah.

Queste le sue parole riportate da calciomercato.com“Se il Tas avesse davvero respinto il ricorso della Fiorentina (si aspetta solo l’ufficialità, ndr), potremmo considerare definitivamente calato il sipario su questa vicenda. Sarebbe un 2-0 per Salah nei confronti della Fiorentina, anche nel secondo grado. Chi perde, come di consueto, si trova a dover pagare le spese legali e processuali, per cui su quella famosa scrittura privata oggi si ha un pronunciamento pressoché definitivo. Salah si è comportato correttamente e l’interruzione del rapporto è avvenuta in modo regolare”.

Una contro-causa di Salah? “Il calciatore ha avuto una carriera importante dopo la Fiorentina,questo ricorso non ha influito direi sulla sua posizione. In tal caso l’egiziano dovrebbe dimostrare dei danni d’immagine subiti. E’ stata una battaglia legale molto aspra, approdata ai massimi organi mondiali di giustizia sportiva. Serviva l’assenso di Salah per la permanenza, che non arrivò mai per cui il suo ritorno al Chelsea, con successivo sbarco alla Roma, fu corretto”.

CONDIVIDI
Giornalista pubblicista dal 2017, tifoso del Milan dal 1996. Nato a Catania, studia giurisprudenza e ama scrivere di calcio ed attualità. Ha pubblicato un libro dal titolo "CircoStanze" con la casa editrice "Prova d'Autore".

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008