In casa Sampdoria da diverse settimane si parla della questione portieri e il dubbio ormai legittimo riguarda la gerarchia della squadra blucerchiata. Audero o Falcone? La domanda, posta prima a D’Aversa ed ora a Giampaolo, è sempre questa. La risposta, uguale. Audero è il titolare, ma a causa degli infortuni fisici Falcone è stato preferito al collega e grazie alle buone prestazioni si è guadagnato la titolarità nelle ultime partite. In poche parole, generalmente il titolare è Audero ma non sorprenda vedere Falcone sempre titolare da qui al termine del campionato.

Decisivo l’infortunio di Audero a Napoli

Tutto nasce a fine dicembre, nell’ultima partita del 2021. La Sampdoria gioca all’Olimpico contro la Roma e in porta D’Aversa, al momento ancora allenatore blucerchiato, schiera Falcone a causa di un problema fisico di Audero. Falcone, tra l’altro tifoso romanista, non sfigura affatto contro i giallorossi e difende bene la sua squadra che uscirà dal campo con un importante pareggio (1-1). Alla ripresa del campionato dopo la sosta natalizia, Audero è titolare nella partita interna contro il Cagliari (sconfitta per 2-1) e nella successiva trasferta al “Maradona” contro il Napoli. Audero, però, è costretto ad uscire all’intervallo per un infortunio accusato nel corso del primo tempo e al suo posto entra appunto Falcone. L’infortunio, comunque non grave, di Audero spiana la strada a Falcone, che dimostra subito sicurezza e affidabilità, meritandosi la conferma anche quando l’ex portiere della Juventus torna a disposizione.

Falcone convince subito e resta titolare

Audero rientra tra i convocati, sedendosi in panchina, nella prima partita vittoria di Giampaolo dopo il suo ritorno alla Samp. Il 6 febbraio i blucerchiati battono in casa il Sassuolo con un netto 4-0, in una partita dove Falcone si rende protagonista in positivo con ottime parate e contribuendo all’importante successo casalingo. Nella gara successiva Falcone si mette ancora in mostra con grandi interventi contro il Milan a San Siro, stadio che mette sempre pressione, specie per chi è alle prime esperienze in Serie A. La partita termina 1-0 a favore dei rossoneri ma il passivo per la Sampdoria poteva essere maggiore senza le parate del proprio portiere. Falcone quindi conquista punti nella gerarchia di Giampaolo, che però ribadisce nelle interviste che il ruolo da titolare è ancora di Audero.

Frasi di circostanza per non creare problemi a livello mediatico o davvero l’allenatore aspetta il pieno recupero di Audero per schierarlo titolare? Va detto che da qui a fine campionato mancano 12 partite, stasera la Samp giocherà a Bergamo contro l’Atalanta e la porta blucerchiata dovrebbe esser difesa ancora una volta da Falcone. Nelle successive 11 partite sarà importante capire come si evolverà la situazione anche in vista del mercato estivo.

Altro stravolgimento? Poco senso. Attesa per il mercato

Se Audero dovesse riprendersi il posto, a meno di altri infortuni, è facilmente ipotizzabile che il campionato lo finisca da titolare ristabilendo le gerarchie iniziali. Se questo non avverrà, Falcone allora è da considerare il titolare della Samp, e il sorpasso al collega potrà definirsi compiuto. Fare adesso, praticamente a marzo, previsioni in ottica mercato estivo non è facile e soprattutto non ci sono ancora indizi concreti da commentare (in merito a squadre interessate, affari, contatti, ecc).

Quello che si può dire è che nel mercato di gennaio Falcone sarebbe dovuto andare in prestito in Serie B ma l’infortunio di Audero ha cambiato i piani della dirigenza prima e dell’allenatore poi. Perché, al netto di gerarchie prestabilite ad inizio stagione, togliere questo Falcone potrebbe essere controproducente per la Sampdoria e per lo stesso portiere, che si merita la conferma per quanto dimostrato fin qui. Al momento non entriamo in discorso legati a possibili affari e a squadre potenzialmente interessate a Falcone e/o Audero, ma saranno interessanti le scelte della Samp al termine della stagione. Principalmente, è fondamentale capire se uno dei due verrà ceduto, e soprattutto chi. Discorsi che riprenderemo nei prossimi mesi.

Falcone davanti ad Audero?

Al momento non è sbagliato affermare che Falcone sia davanti ad Audero nelle gerarchie, anche se il valore di quest’ultimo non è da mettere in discussione e, anzi, va ricordato che ha esordito con la maglia della Sampdoria proprio con Giampaolo nella stagione 2018-19. Le dichiarazioni dei protagonisti di questa situazione sono importanti, l’allenatore ha ribadito più volte la titolarità di Audero, lo stesso Falcone ha raccontato dell’esistenza di un buon legame tra i due portieri. Importanti però sono anche i fatti, e questi confermano che nelle ultime settimane Falcone si è preso il posto da titolare ed è rischioso, proprio quando la Samp si gioca punti preziosi per la salvezza, relegare in panchina uno dei giocatori più in forma di questo periodo e che ha ottenuto con merito il posto da titolare.

CONDIVIDI
15/10/99 Redattore di Novantesimo