Si è disputato alle ore 15, allo Stadio Atleti Azzurri d’Italia di Bergamo, il match Atalanta-Torino, valido per la 34esima giornata del campionato di Serie A TIM 2017-18.

Il match, dopo un inizio alquanto scialbo, si è rivelato abbastanza intrattenente, rispettando le aspettative degli spettatori ed offrendo un intenso botta e risposta avvenuto tra il 53′ ed il 65′.

La disputa è inizia con ritmi abbastanza lenti delle due squadre, che, almeno nel primo quarto d’ora, non sono riuscite a produrre niente di concreto, con gli attaccanti che non hanno dato problemi alle rispettive difese. Piano piano, però, la partita ha iniziato a decollare e a prendere in mano il gioco è stata l’Atalanta, che si è protesa spesso e volentieri in attacco, facendo correre non pochi rischi ai granata. I bergamaschi cercano di ottenere la superiorità in mediana e di spingere al massimo per trovare il gol, cosa che invece non è riuscita ai piemontesi. Infatti, gli uomini di Mazzarri non hanno fatto molto in questo primo tempo, con Belotti, colui che dovrebbe essere il finalizzatore della squadra, che è stato lasciato spesso solo e senza nessuno che lo accompagnasse. Nel frattempo, i padroni di casa continuano ad attaccare con intensità, trovando diverse occasioni da gol nitide. La più ghiotta, malamente sprecata, è stata quella che ha visto come protagonista Hateboer: l’esterno degli atalantini, in scivolata, non è riuscito a mettere la palla in rete dopo la deviazione con i piedi di Sirigu sul tiro di Barrow, mandando la sfera sopra la traversa.

Tornate in campo dopo un primo tempo nettamente dominato dall’Atalanta, le due squadre riprendono a giocare e, nei primi minuti della seconda frazione, è stato possibile registrare ciò che sarebbe dovuto accadere molto prima, ovvero il gol dei neroazzurri. La squadra di Gasperini è riuscita a portarsi finalmente in vantaggio grazie al gol di Freuler, bravo a sfruttare al meglio un cross perfetto di Barrow sul secondo palo colpendo di testa e gonfiando la rete. Il vantaggio della Dea, però, dura poco, poiché, sorprendentemente, il Toro riesce a segnare due minuti dopo e a portarsi sul risultato di 1-1. Il gol porta la firma di Adem Ljajic, servito in profondità da Edera durante un’invitante azione offensive. Il serbo è stato bravo a bruciare sulla velocità De Roon e a vincere lo scontro 1 vs 1 con Berisha, dando ai suoi la parità. L’Atalanta, però, non molla e ricomincia a pressare in modo molto intenso per riprendersi ciò che dovrebbe essere suo, cosa che accade 9 minuti dopo il gol del Torino. Infatti, al 65′ arriva il 2-1 dei lombardi grazie a Gosens, che conclude un’azione molto simile a quella del primo gol: Castagne si libera sulla destra, lascia partire un traversone con precisione millimetrica e riesce a mandare in porta il numero 8 atalantino, che, dalla sinistra, si avventa sul pallone e trafigge Sirigu. Nei minuti successivi, i torinesi hanno cercato di gettarsi in attacco per ritrovare il pareggio, ma gli uomini di Mazzarri si sono dimostrati, almeno in questa circostanza, non sufficientemente cinici per concludere ciò che di buono è stato creato negli ultimi 20 minuti di gara. Fatto sta che è stata l’Atalanta ad uscire trionfante dal campo, forte dell’ennesima prestazione di qualità che comporta il sorpasso sul Milan ed il raggiungimento del sesto posto in classifica.

Ecco il tabellino e le pagelle del match:

ATALANTA(3-4-1-2): Berisha 5.5; Toloi 6, Caldara 6.5, Mancini 6.5 (81′ Bastoni S.V.); Hateboer 6 (46′ Castagne 6.5), De Roon 6.5, Freuler 7, Gosens 7; Cristante 6; Barrow 7.5 (86′ Cornelius S.V.), Gomez 6.5. A disposizione: Gollini, Rossi, Cornelius, Castagne, Petagna, Haas, Kulusevski, Latte Lath, Bastoni. Allenatore: Gian Piero Gasperini
TORINO(3-4-1-2): Sirigu 6.5; Nkoulou 5.5, Burdisso 6, Moretti 5.5; Bonifazi 5.5 (67′ Molinaro), Acquah 5.5 (76′ Berenguer S.V.), Rincon 5.5, Ansaldi 6; Ljajic 6.5; Edera 6 (84′ Niang S.V.), Belotti 5. A disposizione: Milinkovic-Savic, Ichazo, Molinaro, Fiordaliso, Valdifiori, Adopo, Kone, Berenguer, Niang, Butic. Allenatore: Walter Mazzarri

ARBITRO: Gianluca Aureliano di Bologna

MARCATORI: 53′ Freuler, 56′ Ljajic, 65′ Gosens

AMMONITI: 50′ Caldara, 55′ De Roon (Atalanta); 83′ Ansaldi, 92′ Moretti (Torino).

NOTE: Possesso Palla: 54% – 46%; Tiri: 22 – 10; Punizioni: 20 – 20; Angoli: 11 – 4; Fuorigioco: 1 – 2; Falli: 19 – 18; Recupero: 1 minuto primo tempo, 5 minuti secondo tempo.

TOP 90ESIMO:
Musa Barrow – 7: Ennesima prestazione di spessore del gambiano classe ’98, che parte da titolare e soddisfa tutte le richieste di Gasperini, facendo anche di più. Mette costantemente in pericolo la difesa avversaria non solo con i suoi movimenti veloci, ma anche con diversi tiri in porta che mettono in difficoltà un buon Sirigu. Serve un assist perfetto per Freuler in occasione del primo gol, cosa che gli vale la standing ovation al momento della sostituzione.

FLOP 90ESIMO:
Andrea Belotti – 5: Sembrava aver ritrovato la sua forma dopo le buone prestazione delle ultime giornate, ma, probabilmente, non è così. Poco incisivo il Gallo oggi, sia per il poco sostegno dei compagni che per il suo poco impegno. Vaga spesso senza meta in attacco, toccando pochi palloni.
CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008