#AtalantaParma 3-0 – La retroguardia atalantina asfalta D’aversa, decisivi Mancini e Palomino

Foto LaPresse

All’Atleti Azzurri d’Italia di Bergamo l’Atalanta di Gian Piero Gasperini, reduce dal pesante 1-5 inflitto al Chievo la scorsa settimana, ospita il Parma di Roberto D’aversa, sconfitto nell’ultimo turno nella sfida casalinga contro la Lazio, per il primo anticipo della decima giornata di Serie A.

I nerazzurri scendono in campo senza Zapata dal 1′, con Barrow e Ilicic punte, coadiuvati alle spalle dal Papu Gomez; tra i pali c’è Berisha al posto di Gollini, autore del fallo da rigore dell’ultimo turno. Dall’altro lato del campo i crociati lasciano in panchina Di Gaudio e devono ancora fare a meno dell’infortunato Inglese: al loro posto Siligardi e Ceravolo.

ANALISI DELLA PARTITA

Nei primi dieci minuti è Sepe il più impegnato: l’ex Napoli neutralizza le conclusioni di mancino di Ilicic e De Roon dal limite; poco dopo è Gomez ad impensierire l’estremo difensore ospite, con una conclusione che fa la barba al palo uscendo di pochissimo. Al 22′ c’è il primo squillo emiliano: Bruno Alves veste i panni dell’assistman e serve al centro dell’area Ceravolo che col tacco non sorprende un attento Berisha. Ma è ancora il portiere col 55 sulle spalle ad essere protagonista: al 26′ gestisce bene una conclusione di Ilicic dal limite, poi neutralizza un colpo di testa di Barrow: il primo tempo si conclude sullo 0-0, complici le parate di Sepe e la pioggia battente che rende difficile il giro palla.

Al rientro dagli spogliatoi è il Parma a creare il panico in area atalantina: Gervinho a due passi dalla porta di Berisha si fa soffiare il pallone da Toloi che salva su un sicuro vantaggio crociato. In vantaggio però ci va la squadra di casa, anche in maniera piuttosto fortunosa: botta da fuori del solito Ilicic, respinta da Sepe su Gagliolo e palla che carambola in rete. Il Parma prova la reazione con una rasoiata dal limite di Siligardi, deviata in corner da Berisha. Al 71′ raddoppia la squadra di casa: angolo del Papu, torre di Mancini e Palomino trova il primo gol stagionale per il 2-0 nerazzurro. Otto minuti dopo lo stesso Mancini mette il sigillo finale di testa, ancora da corner. Dopo cinque minuti di recupero Abisso manda le squadre negli spogliatoi: l’Atalanta trova la seconda vittoria consecutiva, con otto gol segnati in due uscite, mentre il Parma di D’aversa perde ancora senza trovare la via del gol. I nerazzurri vanno a 12 punti, a -1 dai crociati fermi a 13 da tre giornate.

ATALANTA (3-4-1-2): Berisha; Toloi, Palomino, Mancini; Hateboer, De Roon, Freuler (83′ Pasalic), Gosens; Gomez (83′ E. Rigoni); Barrow (66′ Zapata), Ilicic. A disposizione: Gollini, Rossi, Adnan, Bettella, Castagne, Djimsiti, Pessina, Valzania. All. Gasperini.

PARMA (4-3-3): Sepe; Iacoponi, Bruno Alves, Gagliolo, Gobbi; Rigoni, Stulac (80′ Scozzarella), Barillà (75′ Ciciretti); Gervinho, Ceravolo, Siligardi (68′ Di Gaudio). A disposizione: Frattali, Bagheria, Bastoni, Gazzola, Deiola, Biabiany, Sprocati. All. D’Aversa.

Arbitro: Rosario Abisso (sez. Palermo)

Marcatori: 55′ aut. Gagliolo, 71′ Palomino, 80′ Mancini

Ammoniti: 24′ Barillà, 61′ Gagliolo

Note:
– Recupero: 0′ nel primo tempo, 5′ nel secondo
– Possesso palla: 67% (ATA) 33% (PAR)
– Tiri verso lo specchio: 12-4

CONDIVIDI
Guardo e studio il calcio da 20 anni con gli occhi di un bambino che vede Ronaldinho in azione per la prima volta.