Bergamo – Allo Stadio Atleti Azzurri d’Italia va in scena il match Atalanta-Juventus, valevole per la 18esima giornata di Serie A 2018/19. La squadra di casa cerca il riscatto dopo il tonfo nella trasferta di Genova: Gasperini deve rinunciare agli squalificati Paolino e Toloi, al centro della difesa dentro l’ex Benevento Djimsiti. A metà out De Roon, spazio per il croato Pasalic. Allegri, visto il rullino di marcia stagionale quasi immacolato, decide di lasciare l’asso Ronaldo a riposo: al suo posto dentro Douglas Costa; sulla mediana a supporto di Bentancur spazio ai recuperati Emre Can e Khedira.

CRONACA – PRIMO TEMPO

Prima frazione di gara molto divertente, contraddistinta dai ritmi molto elevati e dal grande agonismo (lo testimoniano i 4 ammoniti dal direttore di gara). Pronti via ed è la Juventus a passare in vantaggio dopo soli due mi noti di gioco: cross di Alex Sandro dalla corsia sinistra, il pallone viene deviato prima da Freuler e poi, in maniera più marcata, da Djimsiti che mette fuori causa Berisha e manda sblocca il risultato. Gli uomini di Gasperini sembrano scossi e al sesto rischiano di subire il raddoppio: ottimo destro da fuori di Bentancur, Berisha vola e devia il pallone sulla traversa. Dopo lo sbandamento iniziale i padroni di casa si compattano e cominciano a prendere fiducia. Al 24′ arriva il pareggio: Gomez serve Zapata al limite dell’area, il colombiano è bravo a liberarsi di Bonucci e far partire un sinistro imprendibile per Szczesny. Verso la fine del primo tempo la partita si incattivisce: parecchi falli e gioco molto spezzettato, ne fanno le spese Mancini e Chiellini, entrambi ammoniti dal direttore di gara.

SECONDO TEMPO

Il secondo tempo offre lo stesso spettacolo della prima frazione di gara. Al 53′ cambia la partita: Bentancur interviene in ritardo su Castagne al limite dell’area atalantina, intervento inutile ed ingenuo che costa il secondo giallo all’uruguaiano; Juve in 10. Due minuti più tardi Zapata firma il raddoppio staccando indisturbato a pochi metri dalla porta di Szczesny dagli sviluppi di un corner. Padroni di casa avanti di un gol e di un uomo. I bianconeri sembrano scossi e subiscono le scorribande dei giocatori di Gasperini. Al minuto 78 però gli uomini di Allegri trovano il pareggio: a segnare è il solito Ronaldo (entrato nel corso della ripresa) che appoggia di testa alle spalle di Berisha dopo una sponda su calcio d’angolo calciato da Pjanic. Nel finale ci prova ancora l’Atalanta ma è la Juve ad avere la chance per passare in vantaggio: prima Ronaldo mette un invitante pallone per Mandzukic che non riesce ad impattare il pallone e poi con Bonucci che al 91′ si vede annullare il gol vittoria per fuorigioco.

TABELLINO E PAGELLE

ATALANTA (3-4-1-2) – Berisha 6,5; Mancini 6,5, Djimsiti 5,5, Masiello 6 (85′ Barrow S.V); Hateboer 6, Pasalic 5,5 (67′ Gosens 6), Freuler 6,5, Castagne 6,5; Gomez 6,5; Ilicic 6 (76′ Pessina 6), Zapata 7,5. All. Gasperini

JUVENTUS (4-3-3) – Szczesny 6; De Sciglio 5,5, Bonucci 5, Chiellini 6,5, Alex Sandro 6; Khedira 5,5 (Ronaldo 7), Bentancur 5, Emre Can 5,5; Dybala 5,5, Mandzukic 6, Douglas Costa 5,5 (57′ Pjanic 6,5). All. Allegri

Marcatori – 2′ Aut. Djimsiti (A), 24′ Zapata (A), 56′ Zapata (A), 78′ Ronaldo (J)

Ammoniti – 18′ Bentancur (J), 29′ Zapata (A), 34′ Mancini (A), 38′ Chiellini (J), 59′ Hateboer (A), 62′ Mandzukic (J), 90′ Freuler (A)

Espulsi – 53′ Bentancur (J) per doppia ammonizione

Note – Primo tempo: no recupero; Secondo tempo: 3 minuti di recupero

Arbitro – Sig. Luca Banti della sezione di Livorno

CONDIVIDI