La partita dell’Atleti Azzurri d’Italia tra Atalanta e Juventus, valida per la 7^ giornata della Serie A, è terminata sul risultato di 2-2: a segno Bernardeschi al 21′, Higuain al 24′, Caldara al 31′ e Cristante al 67′.

Il match inizia su ritmi alti, con i padroni di casa subito aggressivi che cercano di disturbare le trame di gioco di una Juventus fin da subito propositiva. La prima occasione è infatti dei bianconeri: al 15′ Lichtsteiner crossa per Mandzukic sul secondo palo, il croato fa la sponda per Higuain, che calcia però debolmente tra le braccia di Berisha da buona posizione. Il portiere albanese si rende tuttavia protagonista di un errore marchiano sei minuti più tardi, respingendo male su un tiro non troppo pericoloso di Matuidi e permettendo così a Bernardeschi di segnare l’1-0 su tap-in. Gli uomini di Gasperini non hanno nemmeno il tempo di riorganizzarsi che subiscono subito il raddoppio bianconero al 24′: i Campioni d’Italia dialogano bene sulla trequarti, la palla arriva a Bernardeschi, l’ex viola serve il Pipita, che tiene a distanza Spinazzola e scarica in rete di potenza. La serata non è esattamente fortunata per i portieri e così, dopo la disattenzione del collega nerazzurro, è Buffon a permettere all’Atalanta di accorciare le distanze al 31′: Gomez calcia di potenza una punizione dal limite, il portiere della Nazionale non riesce a trattenerla e Caldara può segnare dunque indisturbato la rete dell’1-2. Gli orobici sfiorano addirittura il pareggio al 34′, con Kurtic che non riesce ad arrivare di testa su un cross insidioso di Ilicic, subentrato al 32′ ad un deludente Cornelius. Negli ultimi 10 minuti del primo tempo i bergamaschi restano nella metà campo juventina senza però riuscire a creare ulteriori pericoli dalle parti di Buffon. La prima frazione si conclude sul risultato di 1-2.

Nella ripresa l’Atalanta entra in campo con la stessa attitudine con cui ha chiuso i primi 45 minuti e cerca di fare la partita per trovare il 2-2. Gli uomini di Allegri riescono virtualmente a chiudere i giochi al 57′ con l’incornata di Manzukic, ma Damato, con l’ausilio del VAR, annulla per la gomitata di Lichtsteiner (ammonito) su Gomez. Il pericolo scampato rivitalizza i padroni di casa, che riescono a trovare il pareggio al 67′, quando un ottimo Cristante sbuca sul cross millimetrico di Gomez, sorprende la difesa juventina e batte Buffon. Dopo il pareggio gli orobici provano addirittura a trovare un’altra rete per completare una clamorosa rimonta, ma è la Juventus ad avere la chance per il 2-3: Dybala si presenta sul dischetto per il fallo di mano dubbio di Petagna ma si fa ipnotizzare da Berisha, che si riscatta così dall’errore precedente. Nel finale i bianconeri provano a forzare la mano per riportarsi in vantaggio, ma il risultato non cambia più: all’Atleti Azzurri d’Italia finisce 2-2, la Juventus va a -2 dal Napoli e viene agganciata dall’Inter a quota 19 punti.

ATALANTA (3-4-1-2): Berisha 5,5; Masiello 6,5, Caldara 7, Palomino 6,5; Hateboer 6, Cristante 7 (dall’88’ De Roon s.v.), Freuler 6,5, Spinazzola 6; Kurtic 5,5 (dal 56′ Petagna 6,5); Cornelius 5 (dal 32′ Iličić 6), Gomez 7. A disp.: Gollini, Rossi, Bastoni, Orsolini, Gosens, Vido, Castagne, Mancini, Haas. All. Gasperini

JUVENTUS (4-2-3-1): Buffon 5; Lichtsteiner 5,5 (dal 66′ Barzagli 6), Benatia 6, Chiellini 6,5, Asamoah 6; Betancur 6, Matuidi 6,5; Bernardeschi 7 (dal 69′ Cuadrado 6), Dybala 5,5, Mandzukic 5,5 (dal 78′ Douglas Costa s.v.); Higuain 7. A disp.: Pinsoglio, Szczesny, Douglas Costa, Alex Sandro, Rugani, Sturaro, Caligara. All. Allegri

ARBITRO: Damato di Barletta

MARCATORI: Bernardeschi al 21′, Higuain al 24′, Caldara al 31′, Cristante al 67′

AMMONITI: Lichtsteiner al 58′, Gomez al 63′, Palomino all’80’

ESPULSI:

NOTE: un minuto di recupero nel primo tempo, 6 minuti nel secondo tempo.

TOP NOVANTESIMO: Cristante 7 Dopo mezz’ora di difficoltà, si riscatta alla grande con una partita di quantità e firma il gol per un pareggio d’autore

FLOP NOVANTESIMO: Cornelius 5 Impalpabile e abulico per 30 minuti, la sua uscita è una manna per l’Atalanta

CONDIVIDI
Ragazzo del '99, amo il calcio, argomento di cui parlerei tutto il giorno se fosse possibile. Diplomato al Liceo Linguistico, attualmente studio Economia e Management ed il mio sogno, dopo aver viaggiato qualche anno all'estero, sarebbe lavorare e vivere quotidianamente nel mondo del pallone.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008