L’allenatore della Juventus Massimiliano Allegri ha analizzato la prestazione dei suoi nel pareggio contro l’Atalanta ai microfoni di Sky:

“Il secondo gol è merito dell’Atalanta. Bel traversone di Gomez e Cristante è abile in queste cose. Gli errori vengono da palle sbagliate in uscita. Abbiamo preso cinque gol come il Napoli. Dovevamo essere reattivi sulla respinta di Gigi nel primo gol, nel secondo serviva maggiore presenza. Ma l’errore principale è sulle palle in uscita. Dispiace non vincere la settima gara di fila, perchè meritavamo”.

Non è da Juve, però, farsi rimontare dal 2-0…

“No, abbiamo rallentato gestendo. Dovevamo farlo in modo attivo, non abbiamo gestito bene. La partita doveva essere addormentata con il 2-0 all’intervallo”.

Come giudichi il Var odierno?

“Li guardo sorridendo. Il Var è uno strumento importante, lo usi per episodi oggettivi e non soggettivi. Di questo passo a marzo le partite dureranno 4 ore quando i punti peseranno”.

La scelta retroattiva su Lichtsteiner ti convince?

“Se vogliamo usare il fairplay ok, altrimenti con il Var la gente starà di più allo stadio. Dobbiamo dare comfort alla gente, qui si farà notte…”.

Ironia?

“No, son convinto che di questo passo le partite a marzo finiranno a notte inoltrata. Sei minuti oggi…”.

Sembra che hai difficoltà nelle uscite. I centrali faticano nel posizionamento, è questa la difficoltà?

“No. Nel primo tempo, a parte la punizione di Gomez, non hanno mai tirato. A volte bisogna cercare le punte, non è vergogna”.

Ci sono alcuni momenti dove non leggete bene la partita…

“Sono quelli i momenti da far passare. Oggi abbiamo rischiato 2-3 contropiedi. Il punto di stasera sarà importante per la vittoria finale, è lunga…”.

Dybala è in crisi? Non segna da due partite…

“Paulo è cresciuto tantissimo, ma deve crescere ancora. Con il Torino sul 3-0 continuava a dribllare e prendeva botte, stasera si è innervosito dopo il rigore sbagliato. E’ un percorso di crescita. Si è incartato stasera, ma non c’è problema”.

Bentancur deve ancora capire la posizione in fase di non possesso?

“E’ molto bravo nella prima aggressione, deve giocare più con gli attaccanti in verticale. Ha ricevuto palla e l’ha portata troppo a volte. E’ giovane, deve capire certe soluzioni”.

Napoli primo in solitaria. Cambia qualcosa per loro secondo te?

“Due anni fa erano primi e ben più in là del torneo. Non ci cambia nulla”.

A loro?

“Chiedetelo a Sarri. Sono anni che fanno bene, avranno grandi possibilità come negli ultimi anni. Come noi, Roma e Inter”.

CONDIVIDI
Ragazzo del '99, amo il calcio, argomento di cui parlerei tutto il giorno se fosse possibile. Diplomato al Liceo Linguistico, attualmente studio Economia e Management ed il mio sogno, dopo aver viaggiato qualche anno all'estero, sarebbe lavorare e vivere quotidianamente nel mondo del pallone.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008