Andrea Petagna, attaccante dell’Atalanta, è stato intervistato dalla Gazzetta dello Sport, riguardo al rendimento avuto nell’ultima stagione, ai suoi obbiettivi e alla concorrenza che potrebbe rivelarsi molto agguerrita.

Su di se – La cosa che non segno comincia a stancarmi. Vero, non farò tanti gol, ma cinque reti alla prima vera stagione in A non mi sembrano male. Ma corro tantissimo: una media di 10-11 chilometri a gara contro gli 8-9 degli altri attaccanti. In più, ho messo cinque assist e mi sono guadagnato due rigori.Se mi confermo e arrivo a 10 gol, raddoppio e magari vado al Mondiale. Io ci credo”.

Su Cornelius –Sono sempre stato abituato alla concorrenza. Cornelius è la mia fotocopia? Forse è più forte fisicamente, ma arriva da un calcio modesto come quello danese: dovrà abituarsi all’Italia“.

CONDIVIDI
Nato nel 96' nella città "Superba per uomini e per mura" il destino mi ha concesso di innamorarmi del calcio, e quindi del Genoa. Grande appassionato di sport in generale, studio Giurisprudenza all'università di Genova e provo a raccontare il calcio, una parola alla volta, un'emozione dopo l'altra.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008