L’eroe della stagione dell’Atalanta è sicuramente il Papu Gomez, in intervista ha voluto fare da consigliere al presidente Percassi.

Ai microfoni de La Gazzetta dello Sport ha esordito parlando del suo futuro“Ora è tutto fermo, è difficile parlare di mercato. Io però con la famiglia Percassi ho parlato, loro sanno tutto”.
Secondo quanto evidenziato da Calcioweb.eu ha proseguito parlando della stagione della Dea:  “Ci sono stati pochi momenti tristi e si può dire: è stato il migliore anno della mia vita. Ansia? Prima di Atalanta­-Milan, a inizio maggio. Bisognava chiudere il discorso Europa e io quella partita volevo giocarla dal martedì. Mi hanno sorpreso Conti e Caldara. Andrea mi ha sorpreso tantissimo: è cambiato al 100%, fisicamente e mentalmente. Ora lo vedo diverso, era timido, tranquillo, oggi ha sicurezza, fiducia in sé, voglia di migliorarsi. Per Caldara è stato simile: in ritiro ho detto “questo è forte”, ma non pensavo così tanto. Il momento più bello è la vittoria a Napoli di fine febbraio. Dovevamo giocare tre partite contro Napoli, Fiorentina e Inter. Io pensavo di perdere a Napoli, vincere con la Fiorentina e fare un punto a San Siro, invece è successo tutto il contrario: abbiamo vinto a Napoli, pareggiato in casa e preso 7 gol con l’Inter”.

Concludendo ha consigliato la dirigenza sul mercato“Gli esempi di Sampdoria e Sassuolo sono chiari, dobbiamo essere due per ruolo. Altrimenti, tra infortuni e rosa corta… Due nomi? Difficile. Di sicuro tre con voglia di venire, di lottare per la parte sinistra della classifica. Mi viene in mente Pavoletti, che a Napoli ha giocato poco. E anche Ilicic, che ho sentito nominare, può essere utile”.

CONDIVIDI
Pasquale Rosolino, 92 d'annata. Editore di Novantesimo.com. Troppo malato di calcio, se non sto scrivendo ne sto parlando e se non ne sto parlando? Sto sognando! Editor per Visit Naples.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008