Alejandro Gomez, attaccante argentino dell’Atalanta, ha rilasciato la seguente intervista ai microfoni del quotidiano spagnolo Marca commentando il mancato passaggio all’Atletico Madrid di Simeone nel 2012: “Nel 2012, prima di andare al Metalist, cenai con Simeone a Buenos Aires perché mi voleva all’Atletico, ma il Catania chiedeva troppi soldi. Io volevo andare, ma non dipendeva da me.

E’ stata una delusione, sarebbe stato un salto importante nella mia carriera. Fu Simeone a cambiarmi di ruolo e spostarmi sulla fascia, all’inizio non mi piaceva perché non ero abituato a difendere e a sacrificarmi. Lui si arrabbiava perché vedeva che non mi piaceva e io facevo lo stesso perché non volevo farlo. Alla fine però ho fatto bene ad ascoltare i suoi consigli.

Una futura chiamata del Cholo? Non dipende da me. Ora ho un contratto con l’Atalanta, dove sto bene e la gente mi vuole bene. Ovviamente mi piacerebbe giocare in Spagna, è un campionato in cui le mie caratteristiche sarebbero esaltate al massimo”. A riportare è la redazione di Tuttomercatoweb.

CONDIVIDI
Classe 1998, studio Lettere Moderne. Da sempre dipendente dal calcio e dall'Inter.