Intervenuto ai microfoni di radio deejay il tecnico dell’Atalanta ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: “Hateboer è forte, Petagna non sarà mai un bomber che vincono la classifica dei cannonieri – ma spero di sbagliarmi – ma per una squadra d’attacco è fantastico. Se ci riduciamo ai gol pecca, ma è giovane e crescerà. Il Napoli? Quest’anno mi è dispiaciuto, ma ha una convinzione maggiore.

La stagione scorsa non l’avrebbero capovolta. Hanno trovato un gol e una buona reazione. Loro ora credono di giocare per lo Scudetto. Anche nell’anno di Higuain… potevano, ma non erano convinti. Una clausola sulle vendite? Non serve, sono generosi, ci pensano loro. Ora che siamo in Europa è straordinario, c’è una spinta incredibile, ma vediamo cosa faremo nelle prossime dieci partite in campionato.

La continuità nelle prestazioni e nel gioco l’abbiamo avuta da subito, abbiamo perso dei giocatori importanti, inizialmente ero convinto che se fossimo rimasti la stessa squadra ci saremmo potuti ripetere. Così non è detto. La crescita importante la sta facendo Cristante, è un 1995, la penso sempre in ottica nazionale. Cornelius? È il nostro Thor”.

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008