L’allenatore dell’Atalanta Gian Piero Gasperini ha rilasciato una lunga intervista ai microfoni de Il Corriere di Bergamo. Tanti i temi affrontati, di seguito le sue parole: “Non sono preoccupato che Percassi possa rovinare il giocattolo perché il club ha già incassato molto e quindi potrà permettersi anche di dire no ai procuratori, alle società e agli stessi giocatori. Inoltre abbiamo una società che reinveste tutto quello che ottiene dalle cessioni, non ha bisogno del calcio per guadagnare“.

Comunque per il momento non ho parlato con nessuno dei ragazzi al centro delle voci di mercato, c’è tempo per farlo. Dovremo acquistare un paio di giocatori di livello internazionale sia per rafforzarci che per utilizzarli da esempio per gli altri. Ho rinnovato con l’Atalanta perché qui posso lavorare. Altrove non c’erano le condizioni per farlo. Qui abbiamo un progetto condiviso, poi per far meglio di così dovrei andare in una squadra che lotta per vincere lo scudetto, ma gli ultimi sei sono stati della Juve e forse lo saranno anche i prossimi sei“.

CONDIVIDI
Capo-redattore di Novantesimo.com. Cresciuto nel calcio di fine anni '90 e inizio 2000, l'amore per lo sport è scoccato fin da subito. La mia passione si divide tra calcio, economia e storia, che porto avanti con €uroGoal e Storie Di Calcio.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008