Atalanta, Ag. Spinazzola: “Darà il 100% come ha fatto sempre fino ad oggi”

Spinazzola
Condividi la notizia sui social

Davide Lippi, agente di Leonardo Spinazzola, calciatore dell’AtalantaSky Sport 24, ha parlato del futuro del suo curato.

Queste le sue parole riportate da tuttomercatoweb.com: “Da figlio di un allenatore, non mi è mai capitato che un allenatore volesse tenere un calciatore che non si sentisse più di rimanere in una squadra. Dando una risposta da agente, l’abbiamo vissuta in maniera non ottimale. Mi è sembrato, da fuori e da dentro, più che una battaglia fra Spinazzola e Atalanta, una battaglia fra il club orobico e la Juve. È normale che dopo tanti anni il giocatore volesse tornare a casa. Spinazzola non ha mai mandato un certificato e non ha mai saltato un allenamento. È vero che non ha preso parte a partite ufficiali, perché non si sentiva sereno e non si allenava in maniera ottimale, di conseguenza il tecnico lo ha ritenuto non convocabile. Si è sempre allenato, a parte perché non poteva essere sereno. Ha ringraziato i compagni, voleva perseguire un sogno”.

Chi ha vinto?
“Penso nessuno. Né l’Atalanta, né la Juve, né la Nazionale: non ha giocato, probabilmente con più partite da titolare nelle gambe avrebbe potuto giocare con la Spagna, chi lo sa. Siamo stati contenti della convocazione, è stata rispettata la sua professionalità. Sentirne parlare come un non professionista mi ha dato fastidio”.

Però ci sono dei contratti: Atalanta e Juventus avevano firmato un contratto di prestito biennale.
“Fate mercato anche voi. Può capitare che dopo un accordo la Juventus possa avere bisogno di riportare a casa un giocatore. Come penso sia lecito che Spinazzola possa voler tornare alla Juventus. Ciò non vuol dire che, finito il mercato, non tornerà a Zingonia”.

Le frasi di Gomez?
“Se la vedranno nello spogliatoio, non sta a me giudicare. Se quelle frasi fossero riferite a Spinazzola, non sarebbe il massimo della vita. Poi ha detto che non era così. Di sicuro Spinazzola darà il 100% come ha fatto sempre fino a oggi”.

Guarda Anche...

CONDIVIDI

Due cose ha in comune con Buffon: la data di nascita e la passione per il calcio. Da sempre tifoso del Milan, è un amante del calcio anni ’60: a volte intervista Di Stefano e Pelé, poi si sveglia.