Aspettando #InterMilan: ecco come i rossoneri arrivano al derby

Fonte: Ac Milan

I morali delle due squadre in campo domenica sera saranno profondamente diversi: l’Inter arriva al Derby, forte del secondo posto in campionato, a soli 3 punti dalla Juventus e con alle spalle una vittoria importante contro l’Udinese in trasferta. Il Milan di Pioli viene da un pareggio casalingo contro l’Hellas Verona, una squadra in crescita che è riuscita a non perdere a San Siro nonostante gli ultimi 20’ giocati in inferiorità numerica. Si aspettano ancora conferme da parte di Kjaer e soprattutto da parte di Zlatan Ibrahimovic, rimasto ai box domenica scorsa a causa di un affaticamento al polpaccio e di un attacco influenzale. Si aggiungono poi Conti, Calabria e Krunic, le cui condizioni verranno valutante nei prossimi giorni.

Il rientro dei più attesi

Le assenze di Ibrahimovic e Bennacer hanno sicuramente condizionato il Milan durante l’ultima partita con il Verona finita in pareggio. Se guardiamo i numeri non sembra esserci troppa differenza dovuta alle assenze citate, infatti si riscontrano quasi le stesse medie di occasioni create, tiri in porta e occasioni concesse. Cambiano però le geometrie a centrocampo e lo sviluppo delle azioni offensive che sono per forza state differenti in occasione del match che li ha visti assenti. L’attenzione da parte del reparto difensivo avversario che catalizza Ibra permette al resto della squadra di esprimersi al meglio e a “rifugiarsidal proprio attaccante nei momenti di difficoltà. Lo staff medico ha ritenuto necessario un recupero piùlento” per Ibrahimovic attraverso due giorni di allenamento a parte tra Martedì e Mercoledì in palestra prima e sul campo poi, con il gigante svedese che quasi sicuramente sarà della partita come detto anche da Boban a inizio settimana. E la presenza in campo di Ibra rimane un fattore imprescindibile per questo Milan che ha già dimostrato di avere bisogno del suo totem in attacco soprattutto per ciò che riguarda la motivazione e la cattiveria agonistica, senza dimenticare il peso di un attaccante così forte ed esperto. Tanto atteso anche Bennacer, il giocatore che ha preso in mano il centrocampo del Milan attraverso i suoi numerosi recuperi palla e e i tempi di gioco dettati dal giovane talento dell’Algeria che si è dimostrato una pedina fondamentale del reparto centrale soprattutto in fase di interdizione e di impostazione.

Fonte: Ac Milan

Un’occasione da non perdere

Ci sono alcuni giocatori nella rosa del Milan che stando alle ultime notizie non dovrebbero partire titolari ma che potrebbero comunque rappresentare quegli assi nella manica che Pioli potrebbe giocare a partita in corso. Giacomo Bonaventura ad esempio è uno dei giocatori simbolo dell’ultimo periodo difficile del Milan, un giocatore che ha sempre dato tutto quello che aveva per i colori rossoneri affermandosi come uno degli uomini chiave della squadra. Durante il suo primo anno concluse la stagione con 7 goal e 4 assist all’attivo, e da lì in poi nessuno degli allenatori che si sono susseguiti sulla panchina del Milan è riuscito a fare a meno dell’enorme duttilità e qualità tecnica dell’ex Atalanta, eccezion fatta per la stagione 2018/19, anno in cui rimase fuori a lungo a causa di uno stop forzato a seguito di un problema al ginocchio. Il rientro ha portato 2 goal in 3 partite sotto la gestione di Pioli, seguiti da una lenta flessione che sembra riguardare non problemi fisici ma alcuni dubbi sulla futura permanenza al Milan a seguito del contratto in scadenza a fine stagione. Sappiamo che la politica della dirigenza delinea una precisa volontà di puntare su una squadra giovane e Jack Bonaventura si avvia verso i 31 anni. Un goal nel derby potrebbe rimettere tutto in discussione e convincere il Milan a dare ancora fiducia al suo “tuttofare”. Lucas Paquetà è stato a un passo dall’addio nel mercato di Gennaio a seguito delle troppe prestazioni non all’altezza e delle vicissitudini dell’ultimo periodo che lo hanno portato anche all’esclusione per la trasferta di Brescia. Il centrocampista sudamericano alla fine è rimasto al Milan e i tifosi sperano di ritrovare il giocatore che a tratti ha incantato nella scorsa stagione. Il modulo di Pioli non si adatta molto alla sua posizione in campo e alle caratteristiche di Paquetà, sarà comunque in grado di smentire le critiche? Ante Rebic è uno degli uomini più chiacchierati soprattutto dopo i goal che hanno deciso le partite contro Udinese e Brescia. Il croato, seguito in Estate anche dall’Inter ha tanta voglia di dimostrare il suo valore in una delle partite che contano di più all’interno della stagione, e Domenica se chiamato in causa avrà l’occasione giusta per confermare l’ottimo rendimento dell’ultimo periodo.

Rebic
Fonte: Ac Milan

Un Derby per il futuro

Tutti sanno che il Derby non è mai una partita come le altre, non importante quale sia la posizione in classifica delle due squadre e quanti punti ci siano a separarle, la vittoria della stracittadina rappresenta sempre un “obiettivo” forte. Si tratta di una di quelle partite capaci di rilanciare la stagione di una squadra come il Milan che fino a questo momento sta faticando a trovare un’identità e una continuità di risultati utili a raggiungere il tanto agognato quarto posto con conseguente qualificazione in Champions League. Può essere l’occasione giusta anche per Stefano Pioli che potrebbe candidarsi come allenatore anche del Milan della prossima stagione cambiare la sua storia e dare uno slancio alla sua carriera nel prossimo futuro.

Pioli Milan
Fonte: MilanLive

Il Milan scenderà in campo con l’ormai consolidato 442, un sistema di gioco che ha fornito una copertura ottimale del rettangolo di gioco fornendo maggior pericolosità offensiva e compattezza nel reparto di difesa. Vedremo se i rossoneri riusciranno a portare in campo quanto di buono fatto vedere nella partita di Cagliari o nello scontro in Coppa Italia contro il Torino. A due giorni dalla tanto attesa sfida possiamo sicuramente dire che una vittoria significherebbe molto per il Milan, potrebbe essere spinta che serve per rilanciarsi in ottica quarto posto. I rossoneri non vincono un derby in campionato dal 31 Gennaio 2016, data in cui a sedere sulla panchina era Sinisa Mihajlovic.

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008