Si è appena concluso sul risultato di 2-1 il match tra Ascoli e Cesena, valevole per la 27esima giornata del campionato di Serie B. Decisive le reti di Mogos e Clemenza; inutile per i romagnoli il gol del momentaneo pareggio di Fedele. Con questa vittoria il Picchio sale a quota 26 e si rimette in corsa per la salvezza.

LA CRONACA DEL MATCH

PRIMO TEMPO – Inizio propositivo dei padroni di casa, che tengono il pallino del gioco nelle prime battute del match confezionando un paio di calci d’angolo. Al 6′ Buzzegoli lancia in profondità Monachello, il cui tentativo viene respinto in corner. Al 10′ prima conclusione per la squadra ospite, con un tiro di Schiavone che termina però alle stelle. Al 12′ punizione interessante per l’Ascoli: alla conclusione va Clemenza, ma la palla finisce alta sopra la porta di Fulignati. Al 15′ bianconeri vicini al gol del vantaggio: Kanouté riceve dalla sinistra e va al tiro dai venti metri: palla di poco a lato. Ancora marchigiani pericolosi al 17′: Monachello ci prova da posizione pericolosa, deviazione di Scognamiglio e traiettoria che termina sulla parte alta della rete. Al 21′ si fa vedere il Cesena: Laribi va via sulla destra e mette in mezzo per Cacia; ottimo l’intervento di Padella, che in scivolata libera l’area. Al 25′ l’Ascoli trova meritatamente il gol del vantaggio: Martinho va al cross dalla sinistra e trova Clemenza al rimorchio; il giovane ’97 prova il tiro ad incrociare, su cui Fulignati è bravo ad intervenire; sulla respinta, però, il più lesto è Mogos, che colpisce in scivolata e deposita in rete. Un minuto dopo i ragazzi di Cosmi vanno vicini al raddoppio con un tiro dell’ispirato Clemenza, ma Fulignati in tuffo mette in angolo. Al 32′ nuova occasione per Mogos, che di testa indirizza alla sinistra di Fulignati; il portiere dei romagnoli è, però, ancora bravo a respingere. I bianconeri insistono e al 39′ confezionano una nuova occasione; triangolo tra Monachello eBianchi, con quest’ultimo che mette in mezzo per Kanouté; il centrocampista scuola Juve, però, svirgola da buona posizione. Nonostante ciò, al 40′ il Cesena trova il gol del pareggio: cross di Di Noia dalla sinistra per Fedele, che svetta in mezzo ai centrali marchigiani; sul suo colpo di testa Lanni può solo toccare. E’ 1-1. Si conclude così la prima frazione.

SECONDO TEMPO – La prima occasione del secondo tempo capita al 48′ sulla testa di Cacia, che su cross di Kupisz non riesce, però, a dare forza. Al 51′ il Picchio si riporta in vantaggio: sensazionale azione personale di Clemenza che si libera di due avversari e, entrato in area, incrocia sul primo palo; nulla da fare per Fulignati. Al 54′ occasione per il Cesena, con un tiro dalla distanza bloccato da Lanni. Un minuto dopo ci prova Jallow, ma il numero 1 dei marchigiani è ancora bravo a tenerla lì. Al 60′ si complica ulteriormente la situazione per la squadra di Castori: intervento irregolare a centrocampo di Fedele; per l’arbitro La Penna è cartellino giallo, che sommato a quello ricevuto pochi minuti prima produce un espulsione. Al 69′ torna a farsi vedere l’Ascoli: tiro dalla distanza di Buzzegoli, palla di poco a lato. Un minuto dopo ci provano gli ospiti: leggerezza in fase di disimpegno dei marchigiani, Jallow ne approfitta e va alla conclusione dall’interno dell’area; Lanni si distende e blocca. Dopo qualche minuto di stallo, al 75′ nuova occasione per il Picchio: il solito Clemenza raccioglie e va al tiro dal limite: Fulignati respinge lateralmente. Al minuto 81 palla del 3-1 sui piedi di Mignanelli, che conclude di prima intenzione dopo un cross basso di Baldini: pallone sull’esterno della rete. Al 86′ rischio per la difesa ascolana: pasticcio dei difensori di casa, che regalano palla a Jallow; Lanni respinge con qualche difficoltà. Nel finale inutili gli assalti dei romagnoli. Dopo 4 minuti di recupero l’arbitro La Penna fischia la fine: Ascoli-Cesena 2-1.

PAGELLE E TABELLINO DEL MATCH

ASCOLI (3-5-2) – Lanni 6; De Santis 6, Padella 6, Gigliotti 5,5; Mogos 7 (59′ Baldini 6), Bianchi 6,5, Buzzegoli 6,5 (85′ Addae SV), Kanoute 6, Martinho 6,5 (72′ Mignanelli SV); Clemenza 7,5, Monachello 6,5. A disposizione: Agazzi, Carpani, Varela Castellano, Ganz, Pinto, D’Urso, Cherubin. All.: Serse Cosmi.

CESENA (4-4-2) – Fulignati 7; Donkor 5,5, Suagher 5,5, Scognamiglio 5,5, Fazzi 5,5; Emmanuello 6 (63′ Vita 6), Schiavone 5, Fedele 5, Di Noia 6; Laribi 5,5 (43′ Jallow 6,5), Cacia 5,5 (72′ Moncini 6). A disposizione: Agliardi, Melgrati, Cascione, Perticone, Chiricò, Moncini, Dalmonte, Esposito, Kupisz, Ndiaye. All.: Fabrizio Castori.

MARCATORI: 25′ Mogos (A), 40′ Fedele (C), 51′ Clemenza (A).

ARBITRO: La Penna sez. Roma 1.

AMMONITI: 23′ Scognamiglio (C), 45′ Kanoute (A), 57′ Fedele (C).

ESPULSI: 60′ Fedele (C).

TOP 90ESIMO – CLEMENZA: il gioiellino di scuola Juventus è in giornata di grazia. Tutte le trame offensive dei bianconeri passano dai suoi piedi. Ispira il gol del vantaggio e regala tante giocate d’alta classe. Pregevole l’azione personale in occasione del 2-1, quando manda al bar la difesa cesenate e fulmina Fulignati.

FLOP 90ESIMO – FEDELE: segna il gol del momentaneo pareggio, ma con un’incredibile ingenuità condanna i suoi all’inferiorità numerica per più di mezz’ora.

Dal nostro inviato allo Stadio Del Duca Salvatore Mastropietro.