Arsenal, caso Sanchez: lo spogliatoio va contro il cileno

Continua a tener banco in casa Arsenal il caso che vede come protagonista Alexis Sanchez, attaccante di proprietà dei Gunners che è in scadenza di contratto e che avrebbe chiesto la cessione alla società vista la squadra che lo accompagna che, secondo lui, non è alla sua altezza.

I modi di fare del cileno, discutibili, hanno portato allo sviluppo di un clima teso che ha poi dato vita a diverse discussioni e liti nello spogliatoio, con diversi calciatori che si sono schierati contro l’ex Barcellona e Udinese. Secondo i tabloid inglesi, la prima lite risalirebbe a circa un mese fa in occasione del match disputato, e vinto, contro il Burnley, con una discussione animata avvenuta dopo la partita.

L’ultimo episodio si è verificato, invece, in occasione dell’ultimo match di campionato che i londinesi hanno giocato contro il Crystal Palace. A trascinare il team di Arsene Wenger alla vittoria è stato lo stesso Sanchez, autore di una doppietta. Ai festeggiamenti per i gol del 29enne non hanno però partecipato alcuni calciatori, che si sono rifiutati di aggregarsi al gruppo ed hanno preferito rimanere ai propri posti aspettando la ripresa del match. I giocatori in questione sarebbero BellerinKolasinacChambersWilshere e Koscielny, con quest’ultimo che era stato già protagonista di una lite con Sanchez lo scorso marzo.

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008