Il dirigente della Fiorentina, Giancarlo Antognoni, ha parlato a margine del Trofeo Nereo Rocco a Coverciano.

Queste le sue parole riportate da Calciomercato.com: La Spagna castiga tutti, l’altro giorno l’ha fatto anche con l’Italia. La cosa che preoccupa forse è il modo in cui è arrivata la sconfitta, ma credo che già da domani l’Italia tornerà ai livelli che gli competono. Non è facile giocare al Bernabeu davanti a 100mila persone in maniera così spavalda. Ora concludiamo il ciclo di qualificazione al meglio.

Chiesa? L’anno scorso ha fatto un campionato eccellente. Quest’anno è un po’ più difficile per lui, ma ha le caratteristiche giuste per confermarsi. Speriamo che resti da noi a lungo. La società punta molto su di noi. Bernardeschi? Oggi il giocatore comanda molto di più rispetto ai miei tempi, quindi capisco la sua scelta. Non so se oggi è pentito di essere andato alla Juventus, però non è facile giocare nella Juve e trovare la propria collocazione in campo con tutti quei campioni

CONDIVIDI
Campano di nascita e siciliano d'adozione, classe 93' e passato da terzino destro. Ho successivamente capito che rendo meglio da giornalista che come calciatore.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008