Marcello Nicchi, Presidente dell’AIA, ha rilasciato queste dichiarazioni nel corso della presentazione dei nuovi organici arbitrali per la stagione 2017/2018.

Il presidente si è detto soddisfatto e ha introdotto ancora una volta il tema della VAR. Queste le sue parole:

“La stagione appena conclusa è stata buona dal punto di vista tecnico: gli arbitri hanno lavorato bene e i dirigenti li hanno motivati a dovere. Adesso ci attende una nuova sfida tecnologica: si tratta del VAR. Scompariranno dunque gli arbitri di area che diventeranno arbitri di monitor. E’ stata concessa una deroga a Damato perché ha fatto un’ottima stagione ed è stato leale nel corso degli anni. Nel corso dei prossimi due anni ci saranno cambiamenti di circa il 50%: questo sarà dunque un anno importante per far crescere i giovani e portare avanti programmazioni per futuro. L’arbitro continuerà a essere colui che decide in campo, nonostante l’introduzione del VAR, che sarà utilizzata soprattutto in occasione da gol, rigori ed espulsioni. Oltre a una particolare attenzione sulla condotta violenta, che è una battaglia dell’AIA. L’arbitro numero 1 addetto al VAR rivedrà le azioni, mentre il secondo proseguirà con la visione del gioco. Al momento il VAR è sperimentata in 14 nazioni. Tutti hanno adottato un protocollo unico per eliminare gli errori evidenti. Al momento utilizzeremo solo arbitri in attività per occuparsi del VAR. Chi farà il VAR dovrà essere più aggiornato di chi andrà in campo. Per eliminare il sospetto, bisogna aumentare la cultura. Speriamo che l’arbitro diventi quasi infallibile con questi strumenti. Non abbiamo nulla da nascondere: non c’é arbitro, dopo Calciopoli, che sia stato coinvolto in vicissitudini sospette”. 

fonte: calciomercato.com

CONDIVIDI
Mario Galterisi, caporedattore di Novantesimo. Architetto, laureato presso la Facoltà di Architettura dell'Università Federico II di Napoli. Graphic designer free-lance. Addetto stampa presso IBar Academy. Amo il calcio come poche cose ed è una delle poche costanti che trascende i miei interessi.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008