Intervenuto ai microfoni di Sky Sport il tecnico della Salernitana ha rilasciato le seguenti dichiarazioni sul match di questa sera:

Avevo previsto la rimonta? Non sono un veggente, ma ero sicuro riguardo la forza caratteriale della mia squadra. Nel primo tempo poteva sembrare una partita chiusa, del resto conoscevamo la forza del Parma sui calci piazzati. Abbiamo subito troppo e fatto troppo poco a livello di manovra. Nella ripresa sapevamo come e dove attaccare, Sprocati con quel gol ci ha riportato in gara”.

La sua squadra deve ancora migliorare sotto alcuni punti di vista

Da lavorare c’è sempre, siamo ancora alla settima di campionato. Si può anche essere anche in svantaggio, ma il gioco bisogna proporlo sempre: lo abbiamo fatto in maniera più libera nel secondo tempo, non è facile fare la partita a Parma. Penso che la squadra abbia dato tutto, anche se potevamo pure vincerla con la superiorità numerica. Con un po’ meno frenesia, manovrando di più il gioco sulle corsie esterne, avremmo potuto raccogliere di più”.

Il vostro portiere è apparso un po’ incerto nelle uscite

A volte sbagliano gli attaccanti sotto porta, a volte i centrocampisti sbagliano gli assist e a volte i portieri fanno scelte di un certo tipo. Il ragazzo ha grandi qualità e potenzialità, ma potevamo fare di più anche a livello di comunicazione. Sono gol evitabili che possono costare caro. Tuttavia non bisogna dare la responsabilità solo al portiere, c’è un concorso di colpa”.

CONDIVIDI