90esimo – Monchi: “Primo anno in Italia andato bene, ma difficile”

monchi
Il direttore sportivo giallorosso, in occasione della presentazione di Ivan Marcano, ha parlato di mercato

Noi di Novantesimo.com siamo presenti questo pomeriggio all’assegnazione del Football Leader, premio conferito dall’Assoallenatori che riconosce e celebra il valore della leadeship nel mondo del calcio.

All’evento era presente il direttore sportivo della Roma, Monchi, premiato come miglior dirigente dell’anni. Queste le sue dichiarazioni: “Primo anno in Italia andato bene, ma difficile. Era la prima volta che andavo via dalla Spagna ma sono contento della scelta e di quello che ho fatto. Mi sento bene e sono felice in Italia e a Roma. Quanto fatto in Champions è stato bellissimo, ma è mancato qualcosa per arrivare a un sogno. Volevamo andare in finale, perso troppo alla gara d’andata. Manca qualcosa per l’anno prossimo”.

Alisson resta? “Servono 3 cose: offerta, offerta accettata e calciatore che vuole andare. Per ora non abbiamo nessuna delle tre. Il calciatore vuole restare e noi lo vogliamo. Contento e orgoglioso di questo premio. Secondo, vorrei condividere il premio con la famiglia, i compagni di lavoro e il mio antecessore Sabatini: questo premio è anche suo”.

Dal nostro inviato

Raffaele Imperatore

CONDIVIDI
"La maniera di andare a caccia è di poter cacciare tutta la vita, fino a che c’è questo o quell’animale [...] e quella di scrivere è sin che tu riesci a vivere e vi siano lapis e penna e carta e inchiostro o qualsiasi altro strumento per farlo, e qualcosa di cui ti importi scrivere, e tu senta che sarebbe stupido, che è stupido fare in qualsiasi altro modo" - Ernest Hemingway, Verdi colline d'Africa, 1935.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008