90esimo #LuganoSion 0-1, i pali ed Itaitinga si accaniscono sui ticinesi

Il Lugano, a quota 4 punti e reduce da una sconfitta contro lo Young Boys, ha accolto tra le mura amiche il Sion, giunto in Ticino sulla scia di una vittoria contro lo Zurigo.

I primi minuti dell’incontro odierno sono stati caratterizzati da ritmi bassi, riconducibili anche alla pesante afa che opprime Lugano. A rompere la monotonia ci ha pensato Junior, ma il suo filtrante a tagliare l’area avversaria non ha trovato nessuna deviazione di un compagno. I padroni di casa, in seguito, hanno vissuto due grossi pericoli: Baumann si è quasi lasciato sfuggire dalle braccia una comoda conclusione di Lenjani; e, pochi minuti più tardi, si è reso autore di un’uscita tardiva che ha permesso ad Uldrikis di superarlo con un tocco: a salvare i Bianconeri ci ha pensato Kecskes, abile a frapporsi tra l’attaccante avversario e la propria porta e a ottenere un fallo. La prima grossa chance è stata luganese, ma il tentativo di Holender dalla breve distanza ha trovato la risposta coi piedi di Fickentscher. Pochi giri d’orologio più tardi Junior, dopo un pregevole stop, a tu per tu con il portiere avversario ha messo a lato. I ticinesi hanno in seguito proposto altre belle combinazioni, senza tuttavia mai trovare l’ultimo passaggio; il Sion, invece, non è riuscito a creare altri pericoli di sorta.

In avvio di ripresa il Lugano ha da sùbito riproposto il medesimo copione: si è reso pericoloso, ma non è riuscito a pungere nemmeno tentando delle conclusioni da fuori area. Va inoltre segnalata una lunga e forzata interruzione di gioco, causata dai soccorsi prestati a Fickentscher, colpito da Holender; l’estremo difensore vallesano ha tuttavia potuto continuare a difendere i pali della propria squadra. La ripresa della partita ha avuto, quale primo sussulto, un tiro di Itaintinga ben controllato da Baumann. I padroni di casa si sono resi pericolosi soprattutto nei frangenti in cui hanno optato per ampi cambi di gioco seguiti da quasi immediati cross al centro: seguendo questa tattica, al 69’ Junior è arrivato alla conclusione, cogliendo il palo. L’attaccante brasiliano, sul piede di partenza verso altri lidi, ha quindi nuovamente avuto modo di addomesticare un filtrante alto: in questa occasione, a differenza di quella del primo tempo, ha trafitto Fickentscher ma non si è visto concedere la rete perché partito in posizione di fuorigioco. Un Lugano ancora più in fiducia e rinvigorito ha visto i propri sogni infrangersi nuovamente contro il montante: all’83’ il subentrato-Bottani, dopo una grandissima azione personale fatta di repentini cambi di direzione, ha calciato sul palo. A chiudere questo cerchio sfortunato ci ha pensato, all’87’ e su calcio d’angolo di Grgic, Itaitinga. Dopo questa realizzazione avversaria, colta in totale controtendenza rispetto all’inerzia dell’incontro, i ticinesi hanno subìto un contraccolpo psicologico e l’attitudine ancor più difensiva dei vallesani.

Il Lugano paga a caro prezzo una mancanza di incisività negli ultimi metri e un fato a lui decisamente avverso: anziché una vittoria tanto potenziale quanto legittima, gli uomini di Celestini restano a mani vuote.
Domenica prossima i Bianconeri sono chiamati ad un risultato utile nella trasferta di San Gallo.

FC Lugano (3-1-4-2): Baumann 5.5; Daprelà 5.5, Maric 6, Kecskes 6; Custodio 5; Aratore 5.5 (70′ Gerndt 5.5), Rodriguez F. 5.5 (70′ Bottani 6.5), Sabbatini 6, Lavanchy 6; Holender 5.5 (79′ Dalmonte s.v.), Junior 6. A disp.: Da Costa; Yao; Covilo, Lovic. All.: Celestini.

FC Sion (4-2-3-1): Fickentscher 6; Maceiras 6, Kouassi 6, Andersson 5.5 (53′ Ndoye 6), Lenjani 5.5 (55′ Facchinetti 5.5); Toma 5.5, Zock 5.5; Kasami 6, Grgic 6.5, Fortune 5 (40′ Itaitinga 7); Uldrikis 5.5. A disp.: Mitryushkin; Song, Khasa, Adão. All.: Henchoz.

ARBITRO: Sig. Klossner (Köbeli, Dettamanti, Kanagasingam; VAR: Tschudi, AVAR: De Almeida)

MARCATORI: Itaitinga (FCS) all’87’

AMMONITI: Uldrikis (FCS) al 14′, Fortune (FCS) al 39′; Holender (FCL) al 56′

ESPULSI: –

NOTE: Recupero: 2′, 11′; 4’025 spettatori; interruzione a causa di un colpo subìto da Fickentscher

TOP NOVANTESIMO: Itaitinga 7 – Subentrato nel primo tempo, ha il merito di segnare la rete che vale l'(immeritata) vittoria del Sion.

FLOP NOVANTESIMO: Custodio 5 – È in marcatura su Itaitinga e non riesce a neutralizzarlo a dovere.

CONDIVIDI
Luganese, alle prese con gli studi di Diritto a Neuchâtel, nel proprio tempo libero unisce volentieri i suoi interessi per la scrittura e per il calcio, occupandosi della squadra della sua Città. È uno dei co-fondatori di Sport Lugano.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008