90esimo – Le parole di Pinamonti: “Qui per dare tutto, Nicolato mi ha aiutato molto. Icardi lontano dall’Inter? Fa strano ma può succedere”

Andrea Pinamonti

Venerdì andrà in scena Italia-Moldavia, amichevole internazionale in cui Paolo Nicolato debutterà sulla panchina della Nazionale Under 21. Sarà una prima volta anche per la città di Catania che per l’occasione ospita la nostra Nazionale, e noi di Novantesimo.com saremo lì per raccontarvela.

Oggi Andrea Pinamonti si è presentato in conferenza stampa a Torre del Grifo, l’attaccante del Genoa ha espresso il suo pensiero sull’esperienza in Under 21, sul rapporto con il tecnico e sulla Serie A. Ecco le sue parole a due giorni dal debutto della nuova Nazionale di Paolo Nicolato.”

Che accoglienza avete avuto qui a Catania, e cosa ti aspetti di trovare Venerdì allo stadio Massimino?Un’ottima accoglienza, ci stiamo trovando molto bene. Sia con le strutture che con i cambi, è un centro molto bello, all’avanguardia. Venerdì speriamo ci siano tanti tifosi lì a sostenerci, noi daremo il massimo.

Cosa dovranno aspettarsi i tifosi dall’Under 21 di Nicolato?Un Under 21 con tanta voglia, Nicolato è uno dei migliori per fare esprimere al massimo i propri giocatori. Siamo un gruppo nuovo, è presto per definire le caratteristiche della squadra ma adesso abbiamo questo breve ritiro per preparare alcune cose e vogliamo preparare al meglio queste prime due gare. Più avanti avremo il tempo per migliorarci.

Cosa può dare Pinamonti a questa Under 21 visti anche i risultati accumulati fino ad ora in campionato?Posso dare tutto quello che ho, darò il massimo per aiutare la squadra. Per ora sto giocando tanto nel mio club e questo mi aiuta molto, la condizione fisica è importante quindi avere un ritmo di gara ad alti livelli in Serie A mi può aiutare a rendere al meglio anche qui in Nazionale.”

Quanto è importante Paolo Nicolato per la tua crescita come calciatore? “Mi ha aiutato molto. È il terzo anno che sono con il mister, con lui ho disputato il Mondiale Under 19 e Under 21 e ha sempre aiutato tutti i suoi giocatori ad esprimere le loro qualità. Riesce ad avere un ottimo rapporto con i giocatori anche fuori dal campo e questo aiuta sicuramente. Sono contento di essere nuovamente con lui quest’anno.”

Che giudizio dai dal al reparto offensivo di questa Under 21?Come squadra siamo molto organizzati, ci sono i migliori giocatori di quest’eta per ogni ruolo. Bisogna integrarsi rapidamente perché i tempi delle Nazionali sono molto brevi e non sempre si riesce a conoscersi al meglio, dobbiamo essere bravi a sfruttare tutti gli allenamenti per diventare una squadra compatta che punti a vincere qualcosa.”

Trovi delle somiglianze tra il gioco di Nicolato e quello di Andreazzoli? “Si, da quello che ci ha dello Nicolato in questi primi giorni si tratta di un metodo di gioco che punta in avanti aggredendo l’avversario e riconquistando palla nella metà campo offensiva per andare a fare goal. Questa cosa mi aiuta perché Andreazzoli chiede più o meno le stesse cose quindi sono avvantaggiato, trovare le stesse cose anche qui in Nazionale è una cosa positiva.”

Nel Genoa giochi come seconda punta, anche nell’Under 20 avevi un partner in attacco. Come ti troveresti se si dovesse passare al 4-3-3? “Non ho mai avuto una preferenza sul modulo, per fortuna riesco ad adattarmi molto bene ai cambiamenti tattici. Adesso non so ancora quale modulo vorrà adoratore quest’anno il mister Nicolato però sono pronto sia ad adattarmi che a ripetere il lavoro dello scorso anno con il 3-5-2.”

Cosa ti aspetti da questa stagione a livello personale? “Dovrà essere la stagione della mia consacrazione, è una cosa che sento dire spesso. Voglio migliorare ciò che ho fatto l’anno scorso con il Frosinone e quest’anno con il Genoa siamo un’ottima squadra, vogliamo riscattare la stagione dell’anno scorso e puntiamo ad ottimi risultati. Ho trovato una grande accoglienza molto calda da parte dei tifosi, vogliamo trovare la salvezza il prima possibile e poi magare cercare di arrivare a qualcosa in più.”

È ancora la Juventus la squadra favorita per la vittoria finale? “Quando una squadra vince per così tanti anni di fila a inizi campionato sicuramente parte come favorita. C’e da dire che quest’anno il mercato è stato molto impegnativo, sono arrivati tanti grandi giocatori e penso che sia Inter che Napoli abbiamo accorciato il gap con la Juve. Sarà un Campionato bellissimo.”

Che effetto ti fa veder Mauro Icardi lontano dall’Inter? “È strano, ha vestito la maglia dell’Inter per tanti anni. Pero si sa che non sempre un giocatori riesce a indossare la stessa maglia per tutta la carriera, sono delle cose che possono succedere a un calciatore. Posso solo augurargli il meglio sperando che sia una grande stagione anche per lui.”

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008