90esimo- Juve Stabia-Casertana(1-1): a Castaldo risponde Calò. I falchetti chiudono in 9 uomini

tifosi juve stabia

E’ una notte di gran calcio allo stadio Romeo Menti di Castellammare di Stabia: la Juve Stabia ospita la Casertana per acciuffare il primo posto in classifica e superare il Trapani a quota 21, dopo il ko di coppa col Potenza e il pareggio di sabato scorso con la Reggina. Fabio Caserta, per raggiungere l’obiettivo 3 punti, si affida ai titolarissimi: ritorna dal primo minuto Paponi, out l’ex Ercolanese El Ouazni. L’ex Gaetano Fontana, invece, conferma in avanti Castaldo,  mentre partirà dalla panchina Floro Flores.

PRIMO TEMPO

I primi quattro minuti di gioco sono caratterizzati da un grande ritmo: al 4’ arriva subito una ammonizione per la Casertana, ai danni di De Marco, che entra molto duramente su Canotto. Quattro minuti dopo, ancora la Casertana colleziona un cartellino giallo: questa volta è Pinna ad essere sanzionato dall’arbitro Nicoletti per un intervento scomposto su Mastalli, il quale avrebbe potuto dare via ad un contropiede molto pericoloso a favore dei gialloblu.

Al 14’, Canotto tenta un tiro a giro piuttosto ambizioso al limite dell’area di rigore, ma la conclusione è molto debole e non impensierisce l’ex Danilo Russo. Al 20’, arriva la prima grande occasione del match firmata gialloblu: Melara serve sull’esterno Paponi, che defilato riesce a servire Canotto in area: di testa, il numero 18 colpisce la sfera, che viene respinta con qualche difficoltà da Russo. Al 22’, è Canotto, questa volta, a vestirsi da assist-man, servendo a Mastalli un pallone molto interessante: il capitano controlla la sfera, al limite dell’area, si coordina, ma spara folte in alto. Pronta risposta della Casertana, che un minuto dopo colpisce la traversa con Mancino.

Al 28’, la Casertana sigla l’1-0: è proprio Castaldo, che in estate era stato ad un passo dal ritorno alle Vespe, a spingere la palla in rete su a assist di Mancino. Esultano i falchetti, con il numero 10 che corre ad abbracciare i suoi tifosi(circa 200) che hanno raggiunto Castellammare di Stabia. Al 32’, la Juve Stabia prova a reagire con Canotto, il quale però tira altissimo. Al 38’, le vespe si rendono ancora pericolose sugli sviluppi di un calcio d’angolo con il solito Canotto che tenta il tiro da fuori, che, però, viene deviato dalla difesa dei falchetti.

SECONDO TEMPO

Al 2′ della seconda frazione di gioco Mastalli guadagna un buon calcio di punizione: alla battuta il solito Calò. La palla arriva in porta, ma troppo debole per impensierire Russo. Al 9′, Padovan ha una buona occasione per aumentare la distanza dalle vespe: in area, però, il numero 18 spara alto. Al 15′, Padovan sigla il 2-0 per la Casertana, ma dopo qualche minuto di consultazione con i guardalinee, Nicoletti annulla la rete per fuorigioco.

Al 29′, Castaldo guadagna una punizione pericolosa poco lontano dall’area di rigore. Sulla battuta Pinna, che prova il tiro diretto, respinto da Branduani. Al 31′, Canotto poco fuori dall’area viene spinto da Pinna: punizione per le vespe ed espulsione per doppia ammonizione per il difensore casertano. Il clima si scalda, l’arbitro interviene per separare le due compagini: particolarmente nervosi nelle file gialloble Troest(che viene ammonito) e Canotto.

Il match riprende al 36esimo, dopo qualche minuto di stop, a causa anche dell’infortunio di Vacca, poi sostituito da Ferrara. Al 40′, la Juve Stabia ha la palla del pareggio: Canotto stoppa il pallone e, in area, prova il tiro, ma Russo riesce a neutralizzare l’occasione con un buon intervento col corpo.

Al 44′ arriva il gol dei padroni di casa: su punizione Calò mette la palla in rete, alle spalle di Danilo Russo. Sono sette i minuti di recupero concessi dall’arbitro di Nicoletti. Al 48′, Mastalli ha la chance di passare in vantaggio: di testa il capitano gialloblu non riesce ad insaccare la palla in rete, su un buon assist di Paponi. Al 51′, la Casertana rimane in 9: Nicoletti manda negli spogliatoi D’Angelo e El Ouazni anzitempo per uno scontro violento. 

Dopo un abbondante tempo di recupero, arriva il triplice fischio. La Juve Stabia agguanta il pareggio all’ultimo: ancora imbattuti gli uomini di Caserta in campionato. Nel prossimo turno, la Casertana affronterà la capolista Trapani in casa, mentre le vespe giocheranno un nuovo derby, questa volta con la Cavese, con l’obiettivo 3 punti, per non allontanarsi dalla testa della classifica.

TABELLINO

Juve Stabia(4-3-3): Branduani; Vitiello, Marzorati, Troest, Aktaou(35′ del secondo tempo, El Ouzani); Calò, Mastalli, Carlini(18′ secondo tempo, Vicente); Melara(24′ secondo tempo, Elia), Canotto, Paponi. A disp: Venditti, Cotticelli, Schiavi, Ferrazzo, Vicente, El Ouazni, Di Roberto, Castellano, Viola, Dumancic, Elia, Mezavilla. All: Fabio Caserta.

Casertana(4-3-1-2): Russo; De Marco, Blondett, Pinna, Zito; D’Angelo, Romano, Vacca(35′ del secondo tempo, Ferrara); Mancino(25′ secondo tempo, Lorenzini); Castaldo, Padovan(39′ secondo tempo, Alfageme). A disposizione: Zivkovic, Ciriello, Floro Flores, Lorenzini, Cigliano, Santoro, Ferrara, Alfageme. All: Gaetano Fontana.

Arbitro: Giovanni Nicoletti di Caranzaro

Marcatori: Castaldo(C), Calò(Js) 

Ammoniti: De Marco(C), Calò(Js), Troest(Js) 

Espulsi: Pinna(C) per doppia ammonizione, D’Angelo(C), El Ouzani(Js)

Top90esimo: Giacomo Calò. Tecnica, classe, ma soprattutto cuore: il centrocampista gialloblu incarna perfettamente lo spirito delle vespe. Dopo il gol direttamente da calcio d’angolo, arriva quello su punizione. Testa fredda, piede caldo. 

Flop90esimo: Massimiliano Carlini. E’ mancato proprio lui agli uomini di Fabio Caserta quest’oggi. La sostituzione d’oggi, nonostante ciò, non sa di bocciatura. Dopo un inizio di campionato stratosferico, è tempo di fermarsi e di respirare. 

CONDIVIDI