5 attaccanti ancora a secco in questa stagione

milik

Qualcuno lo hai preso al fantacalcio, qualcuno è l’attaccante della squadra del tuo cuore, tutte supposizioni.

L’unica cosa certa è una. I tiri di questi di attaccanti hanno lasciato le reti bianche come lo sfondo di questo schermo dove sto scrivendo. Da attaccanti di squadre in lotta per la salvezza a Milik, un’analisi su situazioni diverse ma con in comune una brutta grana essere un attaccante a secco.

Federico Santander (Bologna), 8 presenze in stagione.

L’attaccante paraguaiano, alla seconda stagione al Dall’ara, sta avendo molto meno spazio rispetto alla passata annata: mentre all’inizio dello scorso campionato, quando alla guida del Bologna c’era Inzaghi, aveva disputato le prime 8 subentrando soltanto due volte, quest’anno Mihajlovic lo ha impiegato dal primo minuto soltanto una volta, facendogli accumulare in 7 partite soltanto 229 minuti (una media di 32′ a match). Santander lo scorso anno dopo 7 giornate aveva messo a referto già due gol, giocando 457 minuti, praticamente il doppio rispetto alla stagione in corso. A “beneficiarne” è il compagno di reparto Rodrigo Palacio, che in sole 8 giornate ha già eguagliato il proprio score dello scorso anno di 3 gol.

Khouma Babacar (Lecce), 4 presenze in stagione.

Classe ’93, all’attivo contiamo 36 reti in 128 presenze in Serie A, ma quest’anno ancora a secco. Vero è che il senegalese ex Fiorentina è arrivato a Lecce giusto in tempo per la terza giornata, ma lo scorso anno a Sassuolo dopo 7 partite aveva già totalizzato 2 gol e 1 assist. Domenica a San Siro contro il Milan ha l’opportunità di segnare ad una delle 5 squadre di A a cui deve ancora far male.

Ilija Nestorovski (Udinese), 6 presenze in stagione.


Nazionale macedone, classe 1990, Ilija Nestorovski è alla seconda apparizione in Serie A. La prima volta, nella stagione 2016/17, vestiva la maglia del Palermo (quello dei 5 allenatori in un anno) e fu l’unica costante dei rosanero di quell’anno. In 37 partite su 38 (non giocò col Chievo per squalifica) andò in gol 11 volte; al 2 ottobre, dopo 7 giornate, aveva già accumulato 3 gol. Ad oggi, l’Udinese dopo altrettante giornate ha totalizzato 3 marcature, nessuna delle quali porta la firma di Nestorovski, il quale sembra essere il terzo nelle gerarchie di Tudor dopo Okaka e Lasagna, entrambi già in rete.

Arkadiusz Milik (Napoli), 3 presenze in stagione.

Il polacco, va detto, non ha giocato nessuna partita fino ad ora dal primo all’ultimo minuto a causa di un infortunio ad inizio stagione all’inguine. In 3 gare in cui è sceso in campo ha accumulato appena 161 minuti, di cui 89 in Serie A. Rispetto all prima parte dell’annata 17/18, in cui rimase fermo ai box da fine settembre a marzo, il bomber ex Ajax ha giocato gli stessi minuti in campionato, ma a differenza di due stagioni fa non è ancora andato in rete. Oltre all’infortunio c’è da dire che il Napoli davanti si è rinforzato non poco, con gli innesti di Lozano e Llorente che finora hanno minato l’utilizzo di Milik. Nonostante ciò il polacco si giocherà le sue carte per un posto da titolare, magari per migliorare i 20 gol dello scorso anno.


Mariusz Stepinski (Hellas Verona), 7 presenze in stagione.

Nonostante una partenza sprtint e una posizione in campionato inaspettata dopo 7 giornate. L’Hellas di mister Juric non è ancora andata a segno con gli attaccanti: i 6 gol messi a segno finora, infatti, portano tutti la firma di centrocampisti (Veloso e Pessina) e difensori (Kumbulla e Faraoni). Tenendo da parte Salcedo, alla prima vera stagione in Serie A, e Pazzini, che ha raccolto soltanto 22 minuti in totale, la punta titolare dei giallo blu è Mariusz Stepinski, passato quest’estate da una sponda all’altra di Verona. L’ex Chievo lo scorso anno non ha raccolto un grosso bottino, ma alla settima giornata era già andato in rete contro Juventus e Roma, mentre quest’anno deve ancora firmare il primo gol con la maglia dell’Hellas.

La pausa per le nazionali consentirà anche a ricaricare le batterie, pronti a gonfiare le reti.

CONDIVIDI
Guardo e studio il calcio da 20 anni con gli occhi di un bambino che vede Ronaldinho in azione per la prima volta.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008