16 dicembre 1899, viene fondato uno dei club più antichi d’Italia: l’AC Milan Cricket and Football club. Un anno e mezzo dopo, quella stessa squadra vincerà il suo primo scudetto, battendo il Genoa per 3 a 0 e laureandosi così “Campione d’Italia” per la prima volta nella sua storia. Questa sarebbe stata solo una delle sue grandi conquiste che dal 1899 ad oggi, 2020, ne hanno accompagnato il percorso. 18 scudetti e 7 Champions League (e non solo), chissà cosa direbbe Herbert Kiplin se potesse vedere tutto ciò!

La nascita di una leggenda

Ma restiamo nel passato e andiamo a vedere cosa successe quel lontano dicembre di 121 anni fa. L’AC Milan Cricket and Football club nacque in seguito all’iniziativa di un gruppo di inglesi e italiani, che si riunirono presso l’hotel Du Nord e des Anglais. Di questo incontro ne diede notizia La Gazzetta dello Sport in un trafiletto dalla data incerta (ci si chiede se è stato datato 15 o 18 dicembre); altrettanto incerta risulta inoltre essere la data di nascita della società, non essendo sufficiente in tema la documentazione sull’atto costitutivo. E allora il compleanno del Milan si può festeggiare o il 16 (come ha fatto il Diavolo sui social) o il 18.

Il primo presidente dei rossoneri fu Alfred Edwards, un imprenditore inglese, nato nel 1850, con un passato da diplomatico (fu infatti console a Milano di Sua Maestà Britannica). Il vice presidente fu invece Edward Nathan Berra, crickettista con la passione dei cavalli, nato nel 1871 e a cui poi nel 1900 Edwards delegherà la gestione del Milan (visti i suoi molteplici impegni).

Le prime leggende rossonere

Tra i soci fondatori è doveroso menzionare il capitano della squadra David Allison, classe 1873, nonché autore della prima rete in assoluto segnata dalla società rossonera. Seguono poi gli altri soci fondatori quali Daniele Angeloni, Giannino Camperio, Antonio Dubini, Guido Valerio e – ovviamente – Herbert Kilpin. Quest’ultimo è infatti storicamente collegato da sempre al Milan per la sua emblematica frase sui colori della squadra. Ma non solo.

Herbert Kilpin, nato a Nottingham nel 1870, è stato anche il primo allenatore del Milan. Dopo una carriera vissuta sia come difensore che centrocampista, ha infatti scelto di dedicarsi alla panchina di quella squadra a cui aveva dedicato gli anni migliori della sua vita. Nel suo palmares si possono trovare i primi tre scudetti dei rossoneri, cui realizzò 23 presenze e 7 reti.

Herbert Kiplin, fondatore del Milan, disse:

Saremo una squadra di diavoli. I nostri colori saranno il rosso come il fuoco e il nero come la paura che incuteremo agli avversari!

Come apprendiamo da “Forza Milan!” di E. Tosi, la prima sede societaria del Milan fu la Fiaschetteria Toscana di via Berchet 1, all’angolo con via Foscolo, di fianco alla Galleria Vittorio Emanuele, mentre il campo da gioco, il Trotter.

Chi ben comincia…

La prima partita del Milan fu disputata l’11 marzo 1900: si trattò di un’amichevole contro la Mediolanum, in cui i rossoneri vinsero per 2 a 0, grazie alle reti Alisson e di Kilpin. In campo – in base a quanto riporta magliarossonera.it – scese la seguente formazione: Hood, Cignaghi, Torretta, Lies, Kilpin, Valerio, Dubini, Davies, Neville, Allison, Pirelli.

CORI RAZZISTI – ULTRAS INTER SOLIDALI CON MILAN – ABETE RISPONDE A GALLIANI: NORMA EUROPEA

Furono loro che diedero – senza saperlo – il via ad un percorso che avrebbe portato al Milan di Nereo Rocco e Gianni Rivera (primo giocatore italiano a vincere il pallone d’oro), al Milan di Sacchi e degli olandesi, alla storica n. 6 di Franco Baresi, al Milan di Capello e – ultimo, ma non per importanza – quello di Ancelotti. Furono questi i nomi che costruirono le basi per la storia che oggi conosciamo come AC Milan.

Fonte immagine di copertina: lanotiziasportiva.

CONDIVIDI
Giornalista pubblicista dal 2017, tifoso del Milan dal 1996. Nato a Catania, studia giurisprudenza e ama scrivere di calcio ed attualità. Ha pubblicato un libro dal titolo "CircoStanze" con la casa editrice "Prova d'Autore".

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008